Sab 20 Aprile 2019 — 13:13

Campari: assemblea elegge il cda, approvato dividendo



I soci danno il via libera anche al bilancio 2018 che si è chiuso con ricavi per 1,7 miliardi di euro e un utile di 249 milioni

campari news

L’assemblea di Campari, riunitasi oggi nel quartier generale di Sesto San Giovanni (Milano) ha eletto il nuovo ccda con la riconferma di Luca Garavoglia alla presidenza e l’ad Robert Kunze-Concewitz. Approvato anche il bilancio 2018 di Campari che si è chiuso con ricavi per 1,7 miliardi di euro e un utile di 249 milioni e il dividendo pari a 0.05 euro per azione.

Nel nuovo board, insediatosi successivamente con una riunione del cda, oltre ai vertici figurano Alessandra Garavoglia, il Cfo Paolo Marchesini, Fabio Di Fede, Eugenio Barcellona, Annalisa Elia Loustau, Catherin Gerardin Vautrin e Michel Klersy (lista minoranza).

Il collegio sindacale sarà composto da Ines Gandini (Presidente), Fabio Facchini e Chiara Lazzarini (Membri effettivi).

Raddoppiato il compenso annuo per ciascun membro del cda che passa da 25 mila euro a 50 mila. Il compenso era “fermo dal 2011 – ha detto Garavoglia – e si è deciso di adeguarlo. Resta comunque inferiore rispetto a quello di altre società quotate del Ftse Mib”.

Il dividendo verrà posto in pagamento dal 25 aprile 2019 (con stacco cedola numero 3 il 23 aprile 2019, in conformità al calendario di Borsa Italiana) e record date il 24 aprile 2019.

All’assemblea era presente il 90,7% del capitale con diritto di voto. Il presidente Luca Garavoglia ha reso noto che non ci sono state variazioni nel capitale e che gli azionisti con quote superiori al 3% sono Lagfin, la holding di famiglia, con il 51% (64% diritti di voto) e Cedar Rock al 9,43% (9,89% diritti di voto).

In Borsa alle ore 12,22 le azioni Campari segnano -0,45% a 8,755 euro in linea con il tono generale di consolidamento.

carige news 18-04-2019 — 09:54

Carige, piano di Blackrock lacrime e sangue

La taglia dell’aumento di capitale destinata a salire ad almeno 700 milioni, indiscrezioni sul taglio massiccio di filiali ed esuberi. Una call del gestore Usa sulla quota del Fitd

continua la lettura