Dom 27 Settembre 2020 — 19:38

Borsa Spa: Cdp approva offerta con Euronext, rush finale



In corsa anche gli svizzeri di Six e i tedeschi di Deutsche Borse

(Articolo aggiornato alle ore 19) – Il cda di Cdp e quello di Cdp Equity hanno approvato un’offerta congiunta con Euronext su Borsa Italiana. Le proposte non vincolanti vanno presentate entro lunedì 14 settembre, dopo la mini proroga concessa dal London Stock Exchange Group, rispetto alla data odierna, per una due diligence più approfondita. In corsa anche gli svizzeri di Six e i tedeschi di Deutsche Borse.

Borsa, Cdp approva offerta

Euronext, in una nota, ha dal canto suo confermato di essere “attualmente in discussioni con Cassa Depositi e Prestiti allo scopo di presentare un’offerta al London Stock Exchange per l’acquisizione delle attività e degli asset operativi chiave di Borsa Italiana”.

La cordata composta da Cdp-Euronext, cui potrebbe aggiungersi Intesa Sanpaolo per una piccola quota, valuta il dossier – secondo indiscrezioni riportate da Bloomberg – tra i 3,5 e i 4 miliardi di euro. Una cifra sostanzialmente in linea con le stime degli analisti circolate fino a oggi.

Euronext, ricordiamo, raggruppa attualmente i listini di Parigi, Amsterdam, Bruxelles, Lisbona, Oslo e Dublino.

Six promette autonomia

Sulla Borsa spa oltre al tandem Cdp-Euronext ha messo gli occhi anche Six, società svizzera che gestisce la piazza di Zurigo e che ha recentemente acquistato quella di Madrid.

Il gruppo in alcuni incontri istituzionali avuti in Italia ha rassicurato sul livello di autonomia che verrà assicurato a Piazza Affari e sugli investimenti che verranno fatti sulla società di gestione del listino milanese e su Mts, il Mercato Telematico dei titoli di Stato.

In serata è poi uscita allo scoperto Deutsche Boerse, che in una nota ha confermato la presentazione di un’offerta non vincolante.

Golden Power

Il governo italiano considera la Borsa un asset strategico e l’appoggio a Cdp-Euronext è palese. Il Tesoro ha auspicato fra l’altro una “collocazione strategica all’interno del Mercato Unico e dell’Eurozona” e si è riservato di utilizzare il golden power.

Lse ha tutto il tempo per portare a termine l’operazione che è un passaggio decisivo per ottenere il semaforo verde dall’Antitrust europeo per la maxi operazione di acquisizione di Refinitiv, il fornitore globale di dati e infrastrutture del mercato finanziario partecipata da Blackstone e Thomson Reuters. L’Antitrust che aveva sospeso l’esame a luglio per consentire alle parti di fornire informazioni rilevanti sull’operazione, ha fissato al 16 dicembre la nuova scadenza per la decisione.

banco bpm credit agricole 25-09-2020 — 11:43

Banco Bpm, spunta la pista Crédit Agricole

Il titolo prosegue la sua corsa nonostante le smentite dei francesi. L’istituto resta comunque il possibile obiettivo di una prossima operazione di fusione bancaria

continua la lettura