Mar 02 Marzo 2021 — 21:32

Borsa Milano oggi frena con Bper e Saipem, bene Unipol



Attesa per lo stimolo fiscale Usa, mentre preoccupano contagi Covid e impatto delle nuove restrizioni sulla ripresa economica

borsa italiana oggi

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa) – La Borsa italiana termina negativa, assieme agli altri listini internazionali, mentre sale l’attesa per un accordo negli Usa sullo stimolo fiscale, con le trattative tra Democratici e Repubblicani ormai spintesi ai tempi supplementari. I mercati finanziari continuano inoltre a guardare alla crescita dei contagi di coronavirus e alle restrizioni messe in campo da governi ed enti locali che rischiano di mettere in discussione la ripresa economica. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura -2,03% a 19.085 punti, peggiore d’Europa, mentre Wall Street procede sotto la parità.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 138 da 134 punti della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano a 0,78%.

Sul forex, l’euro si rafforza a 1,1870 contro il dollaro; il petrolio scivola con il Brent a 41 dollari e il Wti a 40 dollari al barile.

Borsa Milano, oggi sul Ftse Mib in evidenza Unipol

Sulla Borsa di Milano oggi le vendite risparmiano una manciata di titoli; occhi puntati sulla galassia Unipol con la casa madre in rialzo del +1,2%, mentre la controllata Unipolsai segna +0,9% dopo aver collocato ieri con successo un bond subordinato per 500 milioni di euro, con domanda sopra 1,5 miliardi.

In fondo al listino principale invece la partecipata Bper -6,4%, sempre volatile in vista dello stop venerdì prossimo all’aumento di capitale da 800 milioni, e in una giornata comunque difficile per il comparto bancario.

Maglia rosa a Diasorin +2% che riprende quota in scia all’emergenza Covid.

Nuovi realizzi su Atlantia -3,2% dopo che il cda ha considerato insufficiente l’offerta di Cdp in cordata con Blackstone e Macquarie, rivendicando una proposta più alta e vincolante.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Jp Morgan hanno migliorato il target price su Banco Bpm (-2,15%) da 0,80 a 0,90 euro, confermando il rating underweight.

Jp Morgan inoltre ha limato il prezzo obiettivo su Intesa Sanpaolo (-2,8%) da 2,30 a 2,20 euro confermando il giudizio overweight; e su Unicredit (-3,7%) da 9 a 8 euro confermando il neutral.

Kepler Cheuvreux ha rivisto il target su Buzzi Unicem (+0,9%) da 26 a 26,50 euro confermando il buy.

Bernstein ha ritoccato il target price su Campari da 9,35 a 9,60 euro confermando la raccomandazione outperform. Il titolo cede però il 3%.

I petroliferi chiudono in profondo rosso con Eni  a -3,4%, Saipem -5,2%, Tenaris -2,5%.

Deboli le utilities, fra cui Enel che cede quasi 1 punto percentuale.

Andrea Orcel unicredit 02-03-2021 — 11:46

Unicredit accelera su lista del cda, tra conferme e new entry

Tutto pronto per il cda chiamato a varare i nomi in vista dell’assemblea del 15 aprile

continua la lettura