Mer 11 Dicembre 2019 — 21:34

Borsa: la crisi di governo affossa le banche, vola lo spread. In controtendenza Atlantia, cadono Banco Bpm, Mps, Ubi



Servirà un passaggio in parlamento. La legislatura è durata finora un anno e mezzo, il governo poco più di un anno

borsa italiana ftse mib dazi

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa) – La crisi di governo aperta ieri sera dal leader della Lega Matteo Salvini affossa le Borsa italiana e fa volare lo spread. Le vendite si accaniscono sulle banche, ma sono comunque diffuse, e fanno capolino più attenuate anche sugli altri indici europei.

Borsa giù con crisi di governo, balzo per lo spread

In una nota diffusa nella serata di ieri il leader della Lega Matteo Salvini ha affermato che l’esperienza del governo “giallo-verde” con i 5 Stelle è finita e ha auspicato elezioni anticipate. Il Carroccio ha quindi presentato una mozione di sfiducia in parlamento. La legislatura è durata finora un anno e mezzo, il governo poco più di un anno.

Lo spread Btp/bund a 10 anni balza a 238 punti da 209 punti della chiusura di ieri, con il rendimento del decennale italiano all’1,80% da 1,54%.

Il Tesoro ha collocato oggi 6,5 miliardi di Bot a 1 anno spuntando un tasso medio in rialzo di 17 centesimi a 0,107%.

Dopo le 22 è attesa la revisione del rating da parte di Fitch, anche se eventuali verdetti potrebbero essere rinviati.

Borsa italiana: azioni banche le più colpite

In chiusura il Ftse Mib cede il 2,48% a 20.324 punti.

Le banche sono le più colpite, risentendo appunto della perdita di valore di Btp. Le big Unicredit (su cui Hsbc conferma il giudizio buy, limando il prezzo obiettivo da 16 a 15 euro) e Intesa Sanpaolo cedono rispettivamente il 5,1% e il 3,6%, Banco Bpm sprofonda di oltre il 9% scontando anche prese di beneficio dopo i rialzi dei giorni scorsi; Ubi -8,4%.

Fuori dal Ftse Mib le azioni Mps perdono l’8,5%, Popolare Sondrio -7,4% nonostante la cessione di Npl annunciata ieri per 1 miliardo, Creval -4,4%.

Restando tra i finanziari Poste Italiane -6,7%, Cattolica Assicurazioni -3,2% dopo semestrale e indicazioni del ceo Minali, anche sui Btp.

Fra le utilities vendite su Italgas -4% e Terna -3,5% dopo che Goldman Sachs ha tagliato la raccomandazione sui due titoli a sell.

In cima al listino principale svetta invece Atlantia +2,9%, che con la caduta del governo vede allontanarsi il rischio di una revoca della concessione ad Autostrade per il crollo del Ponte Morandi.

Fra i pochi titoli positivi anche Moncler +2,3% (l’altro è Amplifon +0,5%).

Fra gli spunti di Borsa di giornata, limita i danni Stm -0,1% dopo che gli analisti di Goldman Sachs hanno alzato la raccomandazione sul gruppo dei semiconduttori da neutral a buy e il prezzo obiettivo da 17 a 17,50 euro.

Saipem -0,7% nonostante la promozione di Jefferies da hold a buy con target price migliorato da 4,80 a 5 euro.

Intesa Sanpaolo cina 11-12-2019 — 11:38

Intesa Sanpaolo, prima banca straniera in Cina a svolgere attività di wealth management

Yi Tsai, costituita nel 2016, può ora dare avvio ad una piena operatività nel terzo mercato mondiale del settore

continua la lettura