Mer 29 Gennaio 2020 — 14:02

Borsa italiana oggi: Juventus, Saipem, Astaldi, Salini Impregilo, Illimity



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

Borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità, alla ripartenza dopo una settimana positiva che ha visto Piazza Affari mettere a segno ulteriori rialzi, con un bilancio complessivo per il Ftse Mib del +2,62%. La Borsa italiana, in controtendenza con il resto d’Europa, è riuscita a chiudere positiva anche la seduta di venerdì (+0,13% a 23.534 punti), trainata dal rimbalzo delle utilities. Da inizio anno il bilancio dell’indice principale milanese è un +28,4%, al top nel Vecchio Continente, mentre fra i principali listini internazionali viene solo dopo il Nasdaq.

A Tokyo intanto il Nikkei  ha chiuso negativo -0,26% a 23.331 punti.

Hong Kong sotto pressione, con perdite fino al 3% sull’Hang Seng, in scia a una nuova fiammata di violenza nell’ex colonia britannica.

Sul forex, l’euro/dollaro scambia poco sopra quota 1,10 contro il dollaro; il petrolio cede terreno con il Brent a 61 dollari e il Wti a 56 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso venerdì sera su livelli record: Dow Jones +0,02% a 27.681 punti, S&P 500 +0,26% a 3.093 punti, Nasdaq +0,48% a quota 8.475.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, possibili spunti su Juventus dopo i conti del primo trimestre 2019/2020 che hanno evidenziato una crescita dei ricavi (+19,1%) ma anche il peggioramento del debito a 573,9 milioni dai 463,5 milioni di fine giugno; il trimestre si chiude poi con una perdita netta di 19,2 milioni dal rosso di 24,7 milioni dello stesso periodo del 2018.

Saipem ha siglato un accordo strategico di cooperazione con Daewoo E&C Co su opportunità nell’industria oil and gas onshore, con particolare attenzione al settore del Gnl, selezionate a livello globale.

Bufera giudiziaria sui commissari di Astaldi, due dei quali sono indagati dalla procura di Roma per corruzione in atti giudiziari. Si tratta di Stefano Ambrosini e Francesco Rocchi, coinvolti nell’inchiesta assieme all’attestatore Corrado Gatti (attualmente membro del cda di Intesa Sanpaolo), con il quale avrebbero negoziato la possibilità di spuntare compensi più alti. La notizia arriva dopo l’aumento di capitale da 600 milioni concluso con successo da Salini Impregilo, che inietterà a sua volta 225 milioni in Astaldi per il salvataggio. Allo stesso tempo però si registra un’importante precisazione della stessa Procura, secondo cui “l’accertamento dei fatti mira a garantire che l’intera procedura (di concordato) sia tenuta indenne da ogni possibile illecito” e non coinvolge “le attività tuttora in corso dell’azienda”.

Intanto Salini Impregilo ha reso noto questa mattina di trovarsi in shortlist per un nuovo contratto per i trasporti e la mobilità in Australia. Il Gruppo è infatti tra le società selezionate per la costruzione del progetto Sydney Gateway, del valore compreso tra i 2,2 e i 2,6 miliardi di dollari australiani (1,5 miliardi di euro).

Tornando alle trimestrali, Illimity ha archiviato il terzo trimestre 2019 con un risultato netto negativo per 6,8 milioni di euro, bbenché “in linea con il piano industriale”. Dall’inizio della propria operatività in settembre 2018 a fine ottobre 2019, la banca creata da Corrado Passera ha originato oltre 1,5 miliardi di euro di business, consentendo di confermare i target di piano.

Unicredit trimestre 29-01-2020 — 12:23

Unicredit: trimestre atteso in rosso, focus su dividendo

Il dividendo viene stimato a 0,63 euro, pù che raddoppiato (+133%) dalla cedola di 0,27 euro distribuita a valere sul 2018. Da segnalare che su un panel di 18 broker che forniscono una raccomandazione sulla banca guidata da Jean Pierre Mustier, il 100% dice buy

continua la lettura