Lun 09 Dicembre 2019 — 09:51

Bce pronta a tutto, alle banche tassi fino a -0,3% per le nuove Tltro



Draghi intanto allunga la forward guidance: la Banca centrale europea manterrà i tassi d’interesse agli attuali minimi record “almeno fino alla prima metà del 2020”

bce tassi draghi

Bce pronta a tutto, con il board che ha discusso persino nuovi tagli dei tassi e ripristino del Qe, mentre viene allungata la forward guidance secondo cui i tassi ora non saranno comunque alzati fino a metà del 2020. Questi i messaggi arrivati oggi dal board Bce guidato da Mario Draghi, assieme ai dettagli delle nuove aste Tltro-3 per le banche.

Bce, Draghi allunga la forward guidance

La Banca centrale europea manterrà i tassi d’interesse agli attuali minimi record “almeno fino alla prima metà del 2020”, comunica la Bce che ha così spostato la deadline di 6 mesi.

Il Consiglio direttivo ha deciso di mantenere il tasso principale a zero, quello sui depositi a -0,40% e quelli sui rifinanziamenti marginali a 0,25%, ma in conferenza stampa draghi ha rivelato che si è disuccso di taglio dei tassi e persino di una qualche forma di ripristino del programma di acquisto titoli (Qe).

Il Consiglio direttivo intende comunque continuare a reinvestire integralmente il capitale rimborsato sui titoli in scadenza nel quadro del programma di acquisto di attività per un prolungato periodo di tempo successivamente al primo rialzo dei tassi “e in ogni caso finchè sarà necessario per mantenere condizioni di liquidità favorevoli e un ampio grado di accomodamento monetario”.

Banche, da Bce tassi negativi anche per le nuove Tltro

Vengono poi fornite indicazioni sul nuovo maxi-prestito alle banche, le aste Tltro-III che saranno lanciate a partire da settembre 2019 e che continueranno fino a marzo 2021. Gli istituti di credito che concederanno prestiti netti superiori a un valore di riferimento beneficeranno di un tasso d’interesse ribassato “fino a raggiungere un livello pari al tasso medio applicato ai depositi presso la banca centrale per la durata dell’operazione, con l’aggiunto di 10 punti base”. Attualmente il tasso sui depositi è -0,40% e dunque tale tasso potrà arrivare fino a -0,30%.

Le previsioni su crescita e inflazione dello staff Bce

Per quanto riguarda le previsioni aggiornate su crescita inflazione, effettuate con cadenza trimestrale dallo staff Bce, vengono alzate leggermente le stime sull’inflazione dell’Eurozona per il 2019 all’1,3% dall’1,2% di marzo. Riviste al ribasso, invece, le previsioni per il 2020 a 1,4% (da 1,5% precedente) e mantenute stabili quelle per il 2021 a 1,6%. La Banca centrale europea hainoltre alzato la sua stima per la crescita dell’Eurozona nel 2019 a 1,2% (da 1,1% di marzo), tagliando invece il 2020 a 1,4% da 1,6%. Per il 2021 la Bce si aspetta una crescita dell’1,4%, contro il +1,5% atteso lo scorso marzo. I rischi – ha spiegato il presidente Mario Draghi – “rimangono »al ribasso”.

borsa italiana oggi 09-12-2019 — 08:13

Borsa italiana oggi: Unicredit, Mps, Mediaset

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi marginalmente negativa

continua la lettura