Gio 22 Agosto 2019 — 03:35

Banco Bpm, lunedì sciopero addetti Npl e ProFamily



Lo sciopero è stato proclamato dai sindacati per protestare contro due operazioni che riguardano 200 dipendenti circa. Confermato il no alle esternalizzazioni. Esclusi effetti negativi sull’operatività degli sportelli bancari

Banco Bpm

Lunedì prossimo è prevista una giornata di sciopero da parte dei dipendenti di Banco Bpm interessati dalla cessione della società di credito al consumo ProFamily e delle attività di gestione dei crediti deteriorati.

Le operazioni interessano circa 200 dipendenti ma la vertenza, che prevede un presidio in Piazza Meda davanti la sede della banca, non dovrebbe arrecare alcun danno alla clientela non essendo coinvolti addetti agli sportelli se non per la parte relativa ai negozi ProFamily.

Lo sciopero, proclamato in modo unitario dalle sigle sindacali del credito Fabi, First Cisl, Fisac/Cgil, Uilca, e Unisin, è stato deciso come forma di protesta contro la vendita della società di credito al consumo ad Agos Ducato e la cessione a Credito Fondiario della piattaforma di gestione degli Npl con dentro sofferenze per 8 miliardi di euro circa.

“L’Azienda l’azienda ha convocato un incontro di delegazione nel corso del quale sono state sommariamente descritte le previste operazioni riguardanti la cessione della piattaforma Npl e della società prodotto di credito al consumo ProFamily”, hanno spiegato i sindacati. Banco Bpm “ha di fatto confermato la cessione dei rami d’azienda e quindi dei lavoratori di questi comparti all’esterno del Gruppo, contrariamente alla nostra impostazione di escludere i lavoratori da ogni cessione societaria. Pertanto la mobilitazione continua nel percorso già avviato”

“Molto probabilmente la prossima settimana, prevediamo che l’azienda ci consegni le lettere di avvio formale delle procedure. Se nel corso della procedura, non verranno riconosciute reali garanzie a tutela del futuro dei lavoratori coinvolti, potranno essere valutate ulteriori iniziative”, hanno aggiunto le sigle sindacali.

Borsa italiana oggi Milano news 21-08-2019 — 01:29

Borsa italiana: la crisi di governo non ferma il rimbalzo. In luce Pirelli, Fca

Bene anche le banche mentre migliora lo spread. Positivi i petroliferi

continua la lettura