Mar 22 Ottobre 2019 — 14:42

Banco Bpm e Ubi valutano il rinvio del piano industriale



Il mercato torna a speculare sulla possibile fusione, titoli in rialzo

banco bpm

Banco Bpm e Ubi Banca valutano entrambe il rinvio del proprio piano industriale. Le indiscrezioni, riportate oggi dal Sole 24 Ore, tornano a innescare la speculazione su una possibile fusione tra Banco Bpm e Ubi, anche se ufficialmente l’ipotesi viene spiegata con l’attesa per una stabilizzazione del quadro macro economico. I titoli delle due banche in Borsa questa mattina tornano a guadagnare terreno.

Ubi beneficia anche della raccomandazione outperform da parte degli analisti di Mediobanca, che resta invece neutral su Banco Bpm.

Banco Bpm e Ubi studiano rinvio piano industriale

Le riflessioni sulla tempistica del piano, secondo quanto riporta il giornale, sono ancora in corso. Il management dei due istituti valutano se spostare le rispettive presentazioni al nuovo anno, verosimilmente in a febbraio, in coincidenza con la presentazione dei risultati di bilancio 2019.

Tra i fattori macro che creano incertezza in questo momento vengono citati la guerra commerciale e le politiche della Bce che devono ancora dispiegarsi, dunque è presto per valutarne gli effetti.

Inoltre nei mesi scorsi sia il ceo di Banco Bpm, Giuseppe Castagna, sia quello di Ubi, Victor Massiah, hanno detto che si sarebbe fatto il possibile per arrivare alla definizione e presentazione dei rispettivi piani entro il 2019, ma non lo hanno dato per certo, aprendo quindi a una possibile proroga.

Intanto in Borsa alle ore 11,25 le azioni Banco Bpm avanzano dello 0,51% a 1,8695 euro; Ubi Banca +1,13% a 2,589 euro.

Borsa italiana trimestrali 22-10-2019 — 02:29

Trimestrali entrano nel vivo su Borsa italiana con Saipem, Moncler, Stm, Eni, Mediobanca

Gli operatori si stanno posizionando anche alla luce di questi eventi e delle previsioni degli analisti sui conti del terzo trimestre 2019

continua la lettura