Ven 23 Aprile 2021 — 08:02

Banco Bpm al lavoro su una proroga con Cattolica



L’istituto apre il cantiere sulle polizze. Obiettivo, allineare le scadenze in vista del futuro ingresso di un nuovo partner che potrebbe essere Unipol

banco bpm cattolica

Le parti sarebbero ancora lontane, ma si fa strada un possibile accordo di pace tra Banco Bpm e Cattolica che si dovrebbe concretizzare in una proroga dell’alleanza di bancassurance.

L’istituto ha infatti avviato il cantiere sulle polizze, allo scopo di allineare le scadenze in vista del futuro ingresso di un nuovo partner che, alla luce di una fusione con Bper, potrebbe essere Unipol.

I tavoli, secondo quanto ricostruisce oggi il Sole 24 Ore, sono stati
aperti con i due partner principali:
Cattolica appunto, e i francesi di Covea.

Con Cattolica in particolare si deve ricucire lo strappo dopo la decisione di Banco Bpm di chiudere l’alleanza, aprendo così un fronte legale fra le due società.

Le posizioni al momento rimangono distanti, secondo i rumors di stampa.
Ma un’ipotesi sarebbe quella di
rimettere mano all’accordo spostandone
la scadenza alla fine del prossimo anno o al 2023.

Quanto a Covéa, la scadenza della joint venture di bancassicurazione è fissata per il prossimo settembre, ma l’accordo prevede l’esercizio dell’opzione put entro giugno.

Intanto secondo il quotidiano La Stampa sarebbero in corso dei colloqui tra Giuseppe Castagna, amministratore delegato di Banco Bpm, e Carlo Cimbri, numero uno di Unipol, primo azionista di Bper, per discutere della governance potenziale del gruppo che si verrebbe a creare da un’aggregazione tra i due istituti di credito.

In Borsa alle ore 11,05 le azioni Banco Bpm segnano un +0,28% a 2,145 euro; Cattolica +1,16% a 4,188 euro. Poco mosse Bper e Unipol.

22-04-2021 — 10:06

Credit Suisse chiude trimestre in profondo rosso dopo caso Archegos

La perdita è meno forte delle attese, ma il regolatore apre un’indagine. Via a due bond convertibili. Il titolo perde terreno sulla Borsa di Zurigo

continua la lettura