Dom 24 Gennaio 2021 — 01:11

Banco Bpm, 750 assunzioni nel 2021-2023



Accordo con i sindacati sul ricambio generazionale: confermata la chiusura di 300 sportelli con 1.500 uscite volontarie

banco bpm assunzioni

Banco Bpm mette in preventivo 750 assunzioni di personale nel 2021-2023. E’ questo uno dei passaggi dell’accordo raggiunto con i sindacati sul ricambio generazionale. Confermata la chiusura di 300 sportelli con 1.500 uscite volontarie.

Banco Bpm informa che, “nella tarda serata di ieri”, l’istituto e le sigle dei sindacati bancari Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin “hanno sottoscritto l’intesa per l’accompagnamento alla pensione di 1.500, su base volontaria, anche attraverso il ricorso alle prestazioni straordinarie del fondo di solidarietà, favorendo il ricambio generazionale e l’occupazione giovanile con 750 assunzioni da effettuare nel periodo 2021-2023”.

Tale intesa, prosegue il comunicato, “consente altresì un’agevole gestione della razionalizzazione della rete commerciale, che prevede la chiusura di 300 filiali nel corso del primo semestre del 2021. Inoltre, al fine di assicurare un livello di servizio ai nostri clienti qualitativamente sempre più elevato, e aumentare ulteriormente le competenze professionali delle donne e degli uomini di Banco Bpm, nell’ambito di tali intese, sono state definite ulteriori previsioni che evidenziano la centralità della formazione nel mutato scenario di riferimento. Da ultimo, si è confermato l’impianto normativo di secondo livello nonché gli strumenti che favoriscono la conciliazione dei tempi di vita e lavoro”.

Intanto in Borsa alle ore 14,50 le azioni Banco Bpm segnano -0,06% a 1,809 euro in una giornata di consolidamento per Piazza Affari e le banche. Per l’istituto guidato da Giuseppe Castagna il 2020 in Borsa va in archivio a questi livelli con un -11%.

mps bce 22-01-2021 — 10:48

Mps, spunta l’ipotesi dell’aumento di capitale “a rate”

Un bond subordinato e due tranche successive in capitale: l’operazione consentirebbe al Tesoro maggiore flessibilità rispetto ai nodi degli aiuti di Stato e della riprivatizzazione

continua la lettura