Gio 02 Aprile 2020 — 01:35

Banche: raccomandazioni buy da Hsbc su Unicredit, Mediobanca, Ubi, Intesa Sanpaolo, Banco Bpm, Bper



Allo stesso tempo però la banca d’affari ha tagliato le stime degli utili per azione e indicato nuovi target price

banche raccomandazioni hsbc

Banche italiane al centro di un report di Hsbc che formula raccomandazioni e target price aggiornati su diversi titoli alla luce dell’emergenza coronavirus sui mercati. Il giudizio del broker è unanime: gli istituti di credito di cui effettua la copertura meritano tutti un buy. Si tratta di Unicredit, Mediobanca (promossa da hold), Ubi, Intesa Sanpaolo, Banco Bpm, Bper.

Banche, raccomandazioni e target di Hsbc

Allo stesso tempo però la banca d’affari ha tagliato le stime degli utili per azione e ha indicato nuovi target price. le banche quindi sono scese troppo, ma la crisi legata al coronavirus impone nuove valutazioni.

In particolare, gli analisti di Hsbc citano un maggiore rischio sui costi e commissioni più basse, mentre finora i titoli sono scesi più per il “numero di infezioni da coronavirus” e le “risposte dei governi e delle banche centrali alla crisi”.

Hsbc di conseguenza conferma la raccomandazione buy su Unicredit ma riduce il prezzo obiettivo da 16,50 a 12,50.

Mediobanca, come detto, si vede alzare il rating da hold a buy, mentre il target passa da 10,50 a 7 euro per azione.

Il giudizio buy viene confermato inoltre su Intesa Sanpaolo (con target price limato da 2,90 a 2,30 euro); Ubi Banca (target ridotto da 4,90 a 3,90 euro); Banco Bpm (tp da 2,80 a 1,80 euro); Bper (con prezzo obiettivo ridotti da 5 a 4,10 euro).

Effetto Bce

Le banche intanto beneficiano oggi in Borsa del nuovo pacchetto di stimolo lanciato nella notte dalla Bce, che prevede un piano di acquisto titoli da 750 miliardi nel corso del 2020, mentre ancora una volta non viene toccato il tasso sui depositi già negativo (-0,5%) e penalizzante per gli istituti di credito.

Il sostegno avviene anche grazie all’abbattimento dello spread sui titoli di stato, cui sono particolarmente esposte le banche italiane.

Inoltre nei giorni scorsi 110 istituti dell’Eurozona hanno ritirato 109 miliardi di euro nella prima Ltro varata dalla Bce fra le prime misure per contrastare l’impatto del virus.

Il governo italiano starebbe invece lavorando a una garanzia pubblica estesa fino al 90% sui finanziamenti, come rivelato ieri dal ministro Gualtieri ai banchieri riuniti nell’esecutivo Abi.

Sulla Borsa di Milano l’indice Ftse Italia Banche guadagna oggi a metà seduta circa 1 punto percentuale; le azioni Unicredit alle ore 13,13 segnano +0,5% a 7,035 euro, Mediobanca +0,33% a 4,219 euro, Intesa Sanpaolo +1,38% a 1,428 euro, Ubi Banca +0,36% a 2,247 euro, Banco Bpm +1,32% a 1,2655 euro, in controtendenza Bper -1,14% a 2,245 euro.

unipol mediobanca 01-04-2020 — 02:47

Sorprese Consob: Unipol in Mediobanca e la Cina su Eni

Le partecipazioni emergono in virtù delle nuove soglie fissate all’1% (dal 3%) per le società a maggior capitalizzazione e al 3% (dal 5%) per quelle minori

continua la lettura