Lun 25 Maggio 2020 — 16:51

Banche, nuova proroga delle Gacs su Npl. Finora utilizzate 17 volte



La formula, che interessa diversi istituti di credito italiani a a partire da quelli più “osservati speciali”, come Banca Mps e Carige, viene così estesa fino al 27 maggio 2021

Banche contratto

Via libera della Commissione Ue alla terza proroga delle Gacs, lo schema di garanzia pubblica che favorisce la cartolarizzazione degli Npl. La formula, che interessa diversi istituti di credito italiani a a partire da quelli più “osservati speciali”, come Banca Mps e Carige, viene così estesa fino al 27 maggio 2021.

Banche, ok alla proroga delle Gacs

Le Gacs furono introdotte nel febbraio 2016 e prorogate l’ultima volta nello scorso agosto 2018. In base allo schema le banche italiane che soddisfano alcuni requisiti potranno ancora chiedere la garanzia pubblica sui titoli senior a minor rischio emessi da veicoli privati di cartolarizzazione che contribuiscono a finanziare la vendita dei loro crediti deteriorati. Le tranche a più alto rischio sono vendute a investitori privati e non sono garantite dallo Stato.

Gacs, le banche italiane le hanno utilizzate 17 volte

Secondo le statistiche citate oggi dalla Commissione europea, tra febbraio 2016 e novembre 2018 la misura è stata utilizzata 17 volte, portando alla rimozione di 51 miliardi di crediti deteriorati dal sistema bancario italiano, quasi due terzi della totale riduzione di Npl nel periodo.

Bruxelles ha stabilito che, nell’ambito dello schema comunicato dall’Italia, la garanzia statale sui titoli senior continuerà a essere remunerata a tassi di mercato in base al rischio, ovvero in un modo accettabile per un operatore privato in condizioni di mercato, e non rappresenta un aiuto di Stato.

Unicredit intesa ubi 25-05-2020 — 08:33

Unicredit, ammessa da antitrust all’istruttoria Intesa-Ubi

Una mossa che secondo alcuni osservatori sarebbe arrivata a sorpresa, e che in ogni caso contribuisce a mettere in bilico l’offerta di Intesa Sanpaolo. Intanto i tempi si allungano

continua la lettura