Lun 08 Agosto 2022 — 03:48

Banca Intermobiliare (Bim) dirà addio alla Borsa, opa Trinity a 0,049 euro



L’offerta arriva dopo che l’istituto specializzato nel private banking ha chiuso i conti in nero per la prima volta dal 2013

banca intermobiliare

Banca Intermobiliare (Bim) dirà addio alla Borsa: Trinity Investments (Attestor Capital), azionista di controllo di Bim dal 2018 e oggi titolare dell’87% del capitale, ha promosso una offerta pubblica d’acquisto volontaria finalizzata al delisting delle azioni da Piazza Affari.

Nella lunga storia del gruppo, nato a Torino nel 1981 come commissionario di Borsa, la prima quotazione risale al 1991 come Intermobiliare spa.

Il corrispettivo dell’opa su Banca Intermobiliare pari a 0,049 euro incorpora un premio del 34,2% sul prezzo ufficiale del 9 febbraio. L’opa ha oggetto il 12,51% del capitale.

L’offerta peraltro arriva dopo che Banca intermobiliare di investimenti e gestioni, istituto oggi specializzato nel private banking, ha chiuso l’esercizio 2021 con un utile netto di 9,4 milioni di euro e un Cet1 ratio del 27,8%, che si confrontano, rispettivamente, con una perdita netta di 11 milioni e un Cet1 Ratio del 25,5% al 31 dicembre 2020. Si tratta di risultati nel complesso superiori agli obiettivi del piano strategico 2020-2025 che consentono al gruppo un ritorno all’utile d’esercizio che mancava dal 2013.

In crescita anche la raccolta totale da clientela, che a fine dicembre 2021 è risultata di circa 5 miliardi, in aumento del 10,6% rispetto ai valori di fine 2020 (circa 4,5 miliardi). La posizione finanziaria netta verso le banche e controparti centrali risulta a credito per 275,1 milioni (a debito per 27,2 milioni al 31 dicembre 2020).

Ieri intanto l’assemblea di Bim ha approvato alcune modifiche dello statuto, fra cui la variazione della denominazione sociale in Banca Investis. Il cambiamento era previsto tra le iniziative del piano strategico 2020-2025 e “rappresenta un altro importante milestone raggiunto” collocandosi in un “più ampio e articolato percorso di brand awareness connesso al rilancio e al riposizionamento strategico della banca e del gruppo”.

La nuova denominazione avrà efficacia dall’iscrizione presso il registro delle imprese del nuovo statuto e fino al 31 agosto sarà soggetta a un regime di applicazione transitoria anche con utilizzo della vecchia denominazione.

In Borsa il titolo tende ad adeguarsi al prezzo dell’offerta: alle ore 15,29 le azioni Banca Intermobiliare segnano un +30,89% a 0,0483 euro.

moratorie covid 06-08-2022 — 11:35

Semestrali banche italiane, trainate dal margine d’interesse

L’analisi condotta per First Cisl dal Comitato scientifico della Fondazione Fiba sui conti di Intesa Sanpaolo, Unicredit, Mps, Banco Bpm e Bper

continua la lettura