Mer 30 Novembre 2022 — 00:34

Banca Akros (Banco Bpm) verso uno “storico” riassetto?



Il ceo Turrina verso l’addio. Attese novità per l’istituto, che potrebbe anche confluire nella capogruppo come avvenuto per Banca Imi in Intesa Sanpaolo

banco bpm

Per Banca Akros, la corporate & investment bank del gruppo Banco Bpm, si profila un cambio al vertice di portata “storica”, che potrebbe portare con sé ulteriori novità.

L’amministratore delegato Marco Turrina, 65 anni, sarebbe prossimo a lasciare la guida dell’istituto che ha contribuito a fondare nel 1987. E’ quanto riporta oggi MF-Milano Finanza.

Le dimissioni del top banker potrebbero arrivare entro pochi giorni.

No comment da Piazza Meda.

Non ci sarebbe ancora un passo formalizzato, perché il consiglio dell’istituto per ufficializzare l’uscita è stato convocato dal presidente Graziano Tarantini per martedì 29 novembre.

La comunicazione interna sarebbe avvenuta all’incirca una settimana fa al gruppo dei top manager, secondo la ricostruzione di stampa.

Turrina ha cominciato la sua carriera nel 1981 alla Chase Manhattan Bank a Milano e a Londra per poi passare nel 1985 a Barclays come responsabile M&A e tesoreria della sede italiana.

Marco Turrina Akros

Marco Turrina

Nel 1987 partecipa come partner alla nascita del gruppo Kairos fondato da Gianmario Roveraro, che diventerà presto uno dei protagonisti di Piazza Affari. Dieci anni dopo, con l’autorizzazione alla trasformazione in banca di Akros Attimo sim, fonda Banca Akros, di cui diventa amministratore delegato e direttore generale.

L’uscita del numero uno farebbe seguito a quelle di Pierpaolo Rossi, capo del debt capital market, e Claudio Zanoli, capo del brokerage, entrambi legati da una collaborazione di lunga data con Turrina, ricorda il giornale.

Si attendono sviluppi sulla successione alla guida della banca, che dopo la fusione con Banca Aletti a seguito della creazione del gruppo Banco Bpm nel 2017 è divisa in cinque linee di business: corporate & institutional banking, global markets, investment banking, brokerage e equity research.

Fra le ipotesi, la possibile nomina non di un ceo ma di un direttore generale, che si muoverebbe in collegamento con il corporate della capogruppo oggi affidato a Luca Manzoni.

C’è chi ipotizza che la banca possa anche essere spacchettata e una parte (se non addirittura tutta intera) confluire nella capogruppo; in questo caso Banca Akros diventerebbe una divisione di Banco Bpm, come è accaduto con Banca Imi, finita dentro Intesa Sanpaolo.

Intanto in Borsa alle ore 9,58 le azioni Banco Bpm segnano +0,18% a 3,321 euro in una giornata incolore per Piazza Affari, che risente del lungo ponte semifestivo del Ringraziamento al pari degli altri listini internazionali.

Borsa italiana oggi 29-11-2022 — 04:01

Borsa Milano oggi incerta, bene assicurativi, Erg positiva al debutto sul Ftse Mib

Azionario in cerca di una direzione dopo un avvio di settimana negativo e mentre si attendono soprattutto le prossime mosse delle banche centrali

continua la lettura