Mer 02 Dicembre 2020 — 15:59

Azionisti Mps, diritto di recesso per l’1,36%



Intanto in Borsa il titolo va faticosamente a caccia di un rimbalzo dopo le vendite sui timori di nuovi accantonamenti

mps amco scissione

Gli azionisti Mps che hanno esercitato il diritto di recesso, dopo l’assemblea che ha approvato la scissione parziale di Npl a favore di Amco, sono stati pari all’ 1,36% del capitale sociale della banca.

Ne dà conto il Monte dei Paschi in una nota.

Gli azionisti di Banca Mps che invece hanno esercitato il diritto di vendita rappresentano lo 0,78% del capitale.

Si tratta dei risultati definitivi comunicati dopo che il 20 ottobre è scaduto il termine per l’esercizio. Dal 23 ottobre e fino al 21 novembre (incluso), gli azionisti della Banca potranno invece esercitare i diritti di opzione.

Intanto in Borsa il titolo va faticosamente a caccia di un rimbalzo dopo le vendite in vista di un cda straordinario su nuovi accantonamenti per le cause legali.

Alle 0re 10,06 le azioni Mps segnano +0,52% a 1,166 euro, con il Ftse Italia Banche a +2,2%.

azioni Eni 02-12-2020 — 11:39

Azioni Eni, analisti Jp Morgan alzano target price ma restano cauti

Per il broker la ripresa della domanda sarà probabilmente irregolare, ma un “super ciclo” per il settore è all’orizzonte

continua la lettura