Mar 07 Febbraio 2023 — 02:56

Azioni turismo in Borsa, ok a fusione Portale Sardegna in Destination Italia



Nasce un gruppo leader in un settore così importante per il Belpaese ma sotto rappresentato a Piazza Affari

Destination Italia e Portale Sardegna creano un gruppo leader nel settore del turismo, così importante in Italia ma decisamente sotto rappresentato a Piazza Affari.

Le due societá, quotate sull’Euronext Growth, il listino delle Pmi, hanno sottoscritto un accordo vincolante finalizzato alla fusione per incorporazione di Portale Sardegna in Destination Italia.

Portale Sardegna, nata con specializzazione regionale nel segmento incoming, opera nel settore del turismo da oltre vent’anni in qualitá di Online Travel Agency. Destination Italia è la maggiore TravelTech italiana, leader nel turismo incoming esperienziale nel segmento Luxury B2B.

Per effetto della fusione, le azioni Portale Sardegna verranno revocate dalle negoziazioni e annullate, e gli attuali soci riceveranno azioni ordinarie di nuova emissione di Destination Italia secondo il concambio di 1 a 2,45 (1 azione Portale Sardegna sará concambiata con 2,45 azioni di nuova emissione di Destination Italia), rivenienti da un aumento di capitale gratuito, previa verifica della disponibilitá di riserve sufficienti (non saranno previsti conguagli in denaro).

“Anche alla luce delle analisi svolte precedentemente, riteniamo congruo per entrambi gli azionisti delle societá il rapporto di cambio indicato”, commentano gli analisti di Integrae Sim. Il concambio, “che tiene peraltro conto del diverso numero di azioni in circolazione di ciascuna delle due societá, riflette valutazioni economiche stand alone diverse derivanti dai corrispondenti business model cui sono associati gradi di scalabilitá (B2B rispetto a B2C), tassi di crescita e strutture finanziarie differenti. Il capitale sociale di Destination Italia sará quindi detenuto per circa il 75% dagli attuali azionisti di Destination Italia e per circa il 25% dagli attuali azionisti di Portale Sardegna“.

“La complementaritá tra le due aziende e la condivisione della medesima visione, ovvero la volontá nell’aggregare due realtá aziendali importanti per l’Italia”, porteranno il gruppo “a diventare un market maker internazionale, in grado di competere sul palcoscenico globale del Travel Tech con i big player in termini di scala, tecnologia, portfolio clienti B2B e B2C e focus sul segmento del Luxury Travel, con un bouquet di esperienze turistiche unico in Italia”, commenta Integrae.

La forza del nuovo gruppo, prosegue il broker, “consisterá nella capacitá di intercettare flussi maggiori di turisti stranieri, aumentare la frequenza di acquisto del ‘prodotto turistico Italia’, destagionalizzare la domanda, valorizzare il territorio italiano e, soprattutto, innalzare il valore medio dei viaggi con la proposizione di esperienze esclusive, tailormade, in modo da poter superare, a livello di gruppo, i circa 40 mln euro di transato ‘as it is’ con un importante potenziale di crescita futuro”.

Secondo Integrae la fusione per incorporazione genererá all’entitá combinata vantaggi in termini di espansione del volume di affari, accesso a partner internazionali e supporto istituzionale, riduzione dei rischi operativi, sinergie di mercato, vantaggio competitivo a livello tecnologico e industriale e ottimizzazione della struttura finanziaria.

La stipula dell’atto di fusione è prevista entro la fine di aprile o l’inizio di maggio 2023, previo decorso del termine per l’opposizione da parte dei creditori delle società. Con questa operazione, evidenziano ancora gli analisti, “Destination Italia avrá tra l’altro la possibilitá di subentrare all’importante accordo che Portale Sardegna ha stipulato con Welcome Travel Group (societá di proprietá di Costa Crociere e Alpitour) e che ha dato vita al progetto Welcome to Italy e quindi alla rete degli Italy Local Expert, un’importante realtá che Portale Sardegna ha saputo costruire e che valorizzerá ancor piú all’interno di questo gruppo”.

Per Integrae “gli sforzi e gli investimenti imponenti e coraggiosi fatti da Portale Sardegna nel corso di questi anni, con l’obiettivo di creare un nuovo modello di turismo capace di insidiare lo strapotere delle OTA della Silicon Valley (Booking ed Expedia in primis), con questa operazione possono essere ampiamente ripagati con vantaggi importanti e diffusi per tutti gli stakeholder, a partire dagli stessi investitori”.

In Borsa alle ore 11,40 Destination Italia 6,77% a 0,978 euro, Portale Sardegna -5,54% a 3,58 euro.

intesa sanpaolo raccomandazioni 06-02-2023 — 03:45

Intesa, raccomandazioni aggiornate dopo i conti 2022

Carrellata di nuovi giudizi e target price in scia a risultati e dividendo giudicati migliori delle attese

continua la lettura