Mer 08 Dicembre 2021 — 14:53

Azioni Tenaris in rally, risultati e dividendo migliori delle previsioni



I conti del terzo trimestre apprezzati dai broker, bene anche outloik e cedola prevista sul 2021

Tenaris raccomandazione

Tenaris sotto i riflettori oggi in Borsa dopo risultati trimestrali e un acconto sul dividendo 2022 che hanno superato le attese degli analisti.

Per gli analisti di Credit Suisse il gruppo dei tubi che fa capo alla famiglia Rocca ha mostrato “un altro buon set di risultati principalmente grazie alla buona performance delle attività americane, mentre l’Europa, il Medio Oriente e Africa e l’Asia Pacifico continuano a essere relativamente deboli”.

Per Equita Sim i risultati del terzo trimestre così come l’outlook per l’ultimo periodo dell’anno sono “molto forti e superiori alle attese”.

Tenaris ha archiviato il terzo trimestre 2021 con un utile netto di 326 milioni di dollari, che si confronta con il rosso di 36 milioni dello stesso periodo del 2020; l’utile attribuibile agli azionisti è invece di 330 milioni.

I ricavi sono balzati del 73% a 1,754 miliardi.

Il consensus stimava un utile netto di 193 milioni su ricavi per 1,662 miliardi.

Via libera a un acconto sul dividendo Tenaris 2022 (a valere sul 2021) di 0,13 dollari per azione (0,26 dollari per Ads), per un totale di circa 153 milioni, il cui pagamento avverrà il 24 novembre, con data di stacco cedola il 22 novembre.

L’acconto prelude a un dividendo complessivo di 41 centesimi, ben superiore alle previsioni dei broker.

Quanto all’outlook, Tenaris prevede che le vendite continueranno a crescere nel quarto trimestre, grazie alle attività in Nord America, dove i prezzi sono in rialzo e il mercato ha assorbito l’eccesso di scorte di Octg (oil country tubular goods, i tubi impiegati nell’industria petrolifera e del gas).

In Borsa alle ore 10,32 le azioni Tenaris si mettono in evidenza con un +4% a 10,115 euro.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura