Mar 28 Giugno 2022 — 23:27

Azioni De Nora: prezzo Ipo tra 13,50 e 16,50 euro, entrano i Garrone (Erg)



Valutazione compresa tra 2,72 e 3,28 miliardi. All’operazione hanno annunciato l’adesione a titolo di cornestore investor la holding San Quirico della famiglia Garrone Mondini, che è azionista di Erg, e il family office 7-Industries Holding, con una puntata fino a 100 milioni di euro ciascuno

azioni de nora

Azioni De Nora sempre più vicine allo sbarco in Borsa: la società di Cologno Monzese specializzata in elettrolizzatori per la produzione di idrogeno verde ha fissato una forchetta di prezzo compresa tra 13,50 e 16,50 euro per azione.

Lo annuncia il gruppo partecipato da Snam. I valori dell’intervallo di prezzo delle azioni De Nora corrispondono a una capitalizzazione post aumento di capitale finalizzato all’Ipo compresa tra 2,72 e 3.28 miliardi di euro. Snam era entrata nel capitale di De Nora nel 2020 valorizzando complessivamente l’azienda 1,2 miliardi, mentre prima della guerra in Ucraina circolavano ipotesi di una valorizzazione fino a 5 miliardi.

All’operazione hanno annunciato l’adesione a titolo di cornestore investor la holding San Quirico della famiglia Garrone Mondini, che è azionista di Erg, e il family office 7-Industries Holding, con una puntata fino a 100 milioni di euro ciascuno.

Secondo le valutazioni di De Nora, sulla base di un prezzo di offerta pari al punto medio dell’intervallo indicato per l’Ipo fra 13 e 16,5 euro per azione, i due cornerstone investor acquisterebbero circa il 38,3% dei titoli in offerta. Per effetto dell’investimento in De Nora il vicepresidente esecutivo di Erg Alessandro Garrone sarà nominato amministratore indipendente a partire dal giorno dello sbarco in Piazza Affari di De Nora.

La quotazione delle azioni De Nora avverrà tramite un collocamento privato, riservato esclusivamente ad investitori qualificati in Italia ed investitori istituzionali esteri e non sarà prevista alcuna offerta al pubblico. Il prezzo finale sarà indicato entro i 5 giorni successivi alla conclusione del collocamento delle azioni, prevista tra il 22 e il 30 giugno prossimi.
Nell’ambito dell’offerta intervengono a vario titolo Credit Suisse, Goldman Sachs, BofA Securities, Mediobanca e UniCredit, affiancate dai consulenti legali Latham & Watkins e Clifford Chance.

tim labriola 28-06-2022 — 10:02

Tim, 20mila dipendenti confluiranno nella rete: rumors

Indiscrezioni in vista del piano che sarà svelato il 7 luglio

continua la lettura