Mer 02 Dicembre 2020 — 15:51

Atlantia giù in Borsa, arresti per ex manager Autostrade



L’inchiesta, collegata al filone principale del Ponte Morandi, è relativa alle criticità in termini di sicurezza delle barriere fonoassorbenti. Ai domiciliari l’ex ad Castellucci

Atlantia autostrade borsa

(Articolo aggiornato alle ore 14,19) – Azioni Atlantia sotto pressione in Borsa dopo la notizia di di arresti in Autostrade per il crollo del Ponte Morandi a Genova.

Atlantia, arresti fra manager ed ex vertici Autostrade

In particolare, la Guardia di Finanza di Genova ha eseguito questa mattina un’ordinanza di misure cautelari nei confronti di sei persone fra cui ex top manager e attuali dirigenti della Società Autostrade per l’Italia (Aspi). Si tratta, spiegano le Fiamme Gialle, di tre arresti domiciliari e tre misure interdittive.

Gli arresti domiciliari sono stati notificati all’ex ad di Autostrade per l’Italia Giovanni Castellucci, nonché Michele Donferri Mitelli e Paolo Berti, rispettivamente ex responsabile manutenzioni e direttore centrale operativo dell’azienda.

Barriere fonoassorbenti

L’indagine, avviata un anno fa a seguito dell’analisi della documentazione informatica e cartacea acquisita nell’inchiesta principale legata al crollo del Ponte Morandi, è relativa alle criticità in termini di sicurezza delle barriere fonoassorbenti, del tipo integrate modello ‘Integautos’, montate sulla rete autostradale.

I reati contestati sono attentato alla sicurezza dei trasporti e frode in pubbliche forniture. Secondo l’ordinanza le barriere non vennero cambiate “per evitare le ingenti spese che avrebbe comportato”. Si tratta di una sessantina di chilometri, ha precisato Aspi, aggiungendo di averle messe in sicurezza con “opportuni interventi tecnici” tra la fine del 2019 e gennaio 2020.

Trattative con Cdp

Atlantia sta trattando la cessione a Cdp, che agisce in cordata con i fondi Blackrock e Macquarie, della propria quota di controllo in Aspi.

Autostrade ha spiegato in una nota di avere “attivato le procedure previste dal contratto per una immediata sospensione dal servizio” dei due tecnici dipendenti coinvolti nell’indagine, precisando che gli altri 4 coinvolti sono già ex manager della società. Aspi, si legge nella nota, “valuterà inoltre tutti gli ulteriori interventi del caso a propria tutela sulla base delle risultanze degli atti di indagine”.

In Borsa Atlantia dopo gli arresti segna alle ore 14,19 un -2,09% a 15,195 euro, comunque in recupero dai minimi di seduta a 14.715 euro.

azioni Eni 02-12-2020 — 11:39

Azioni Eni, analisti Jp Morgan alzano target price ma restano cauti

Per il broker la ripresa della domanda sarà probabilmente irregolare, ma un “super ciclo” per il settore è all’orizzonte

continua la lettura