Mer 29 Gennaio 2020 — 14:00

Astaldi, obbligazionisti al contrattacco sul piano



In una lettera il Comitato bondholders Astaldi muove alcuni rilevi al piano concordatario e chiede un incontro alla società e al “cavaliere bianco” Salini Impregilo

Astaldi obbligazionisti

Obbligazionisti Astaldi all’attacco sul piano concordatario relativo al general contractor romano al centro di un piano di salvataggio orchestrato da Salini Impregilo con Cdp e le banche. In una lettera ad Astaldi e ai commissari il Comitato bondholders Astaldi muove alcuni rilevi al piano e chiede un incontro alla società e al “cavaliere bianco” Salini Impregilo.

Astaldi, i rilievi degli obbligazionisti

Il Comitato, spiega un comunicato, ha finalizzato l’analisi della documentazione sull’offerta concordataria messa a disposizione dei creditori da Astaldi lo scorso 7 ottobre. “Le verifiche finanziarie e giuridiche effettuate evidenziano un recovery value per gli
obbligazionisti che oscillerebbe tra il 20 e il 25%, nettamente inferiore al 38% dichiarato nell’executive summary e ben al di sotto della soglia del 30% sopra la quale ai creditori è preclusa la possibilità di presentare una proposta concorrente”.

In particolare, secondo il Comitato bondholders Astaldi, gli obbligazionisti risulterebbero “fortemente penalizzati dall’attribuzione di warrant premiali in favore di Salini e delle banche finanziatrici (anch’essi creditori chirografari) nonché dall’eventuale soddisfazione di passività privilegiate e pre-deducibili addizionali che dovessero emergere e dalla stima degli asset del ramo concessioni all’interno del Piano concordatario (739 milioni), che sarebbe ottimistica”.

Chiesto un incontro con i commissari e Salini Impregilo

I risultati dell’analisi svolta sono stati inviati ai commissari giudiziali incaricati della procedura concordataria e ai vertici di Astaldi e Salini con una lettera di 19 pagine, nelle quali si sono illustrati i punti problematici del piano concordatario sui quali si ritengono necessari di ulteriori chiarimenti.

All’interno della lettera si sollecita un incontro con i Commissari e con i rappresentanti delle società Astaldi e Salini “per chiarire i molti dubbi che emergono dall’analisi del piano concordatario”. Il Comitato ha infine “ritenuto opportuno condividere le proprie conclusioni e perplessità anche con i giudici del Tribunale di Roma che si occupano della vicenda Astaldi e, non meno importanti, con i principali organi di Governo che sono per ruolo preposti ad occuparsi di questa vicenda”.

Ricordiamo che in vista dell’adunanza dei creditori in calendario il prossimo 6 febbraio 2020, Astaldi ha conferito incarico alla società Morrow Sodali di operare in qualità di Information Agent (cliccare qui per i recapiti).

Unicredit trimestre 29-01-2020 — 12:23

Unicredit: trimestre atteso in rosso, focus su dividendo

Il dividendo viene stimato a 0,63 euro, pù che raddoppiato (+133%) dalla cedola di 0,27 euro distribuita a valere sul 2018. Da segnalare che su un panel di 18 broker che forniscono una raccomandazione sulla banca guidata da Jean Pierre Mustier, il 100% dice buy

continua la lettura