Gio 02 Aprile 2020 — 00:40

Astaldi, assemblea obbligazionisti rinviata per coronavirus



Cambia anche la sede dell’assise, che si svolgerà nella sede legale della società

astaldi coronavirus

L’emergenza coronavirus ha costretto il cda di Astaldi a posticipare al 17 marzo la seconda convocazione dell’assemblea degli obbligazionisti titolari di bond del prestito da 750 milioni di euro in programma domani, 10 marzo. Cambia anche la sede dell’assise, che si svolgerà nella sede legale della società.

Astaldi, coronavirus fa slittare assemblea

La decisione è stata presa, come spiega una nota di Astaldi, in considerazione degli “ulteriori provvedimenti recentemente assunti dalle autorità pubbliche con il decreto dell’8 marzo” e tenuto conto “che i partecipanti attesi e il personale richiesto per una corretta esecuzione dei lavori assembleari con elevata probabilità potrebbero portare i presenti a un numero incompatibile con le correnti esigenze di tutela della salute pubblica”.

L’assemblea dovrà discutere e deliberare sulla proposta di concordato preventivo in continuità aziendale diretta di Astaldi. Viene precisato che invece resta invariata al 24 marzo, al centro congressi dell’Hotel Cristoforo Colombo, la data della terza convocazione, se necessaria.

Voto elettronico

“Il rinvio è disposto quindi al fine di consentire a tutti coloro che non l’avessero già fatto di esprimere il proprio voto elettronicamente, senza quindi doversi recare fisicamente in assemblea – viene aggiunto – in coerenza con l’invito ad adottare tale modalità di voto già espresso dalla società il 5 marzo”.

Il voto elettronico, ricorda Astaldi, è possibile mediante l’invio di istruzioni elettroniche fino alle 10 del 16 marzo. Resta ferma la possibilità, per coloro che abbiano già espresso il proprio voto, di modificare o revocare tali istruzioni, entro e non oltre rispettivamente le 23:59 per eventuali istruzioni di revoca e le 10 per eventuali modifiche, del giorno precedente la data fissata per l’assemblea degli obbligazionisti nella nuova convocazione, quindi, del 16 marzo, nel caso di seconda convocazione, e del 23 marzo, nel caso di terza convocazione, ove necessaria.

Intanto in Borsa le azioni Astaldi non si sottraggono all’ondata odierna di panic selling dovuto all’emergenza coronavirus, con il titolo che alle ore 16,26 segna -16,67% a 0,31 euro; Salini Impregilo -10,89% a 1,006 euro.

unipol mediobanca 01-04-2020 — 02:47

Sorprese Consob: Unipol in Mediobanca e la Cina su Eni

Le partecipazioni emergono in virtù delle nuove soglie fissate all’1% (dal 3%) per le società a maggior capitalizzazione e al 3% (dal 5%) per quelle minori

continua la lettura