Mer 04 Agosto 2021 — 11:24

Variante Covid inglese schianta la Borsa, male petroliferi e Leonardo



In luce solo Diasorin. Giù l’euro, si amplia leggermente lo spread

Borsa italiana oggi trimestrali

La variante Covid cosiddetta inglese schianta oggi la Borsa italiana, che cede bruscamente terreno assieme al resto del Vecchio Continente. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura -2,57% a 21.410 punti, in linea con il resto d’Europa, mentre Wall Street tratta in ribasso ma sostenuta in parte dall’accordo giunto ieri al Congresso sullo stimolo fiscale da 900 miliardi.

Le vendite arrivano dopo che il weekend è stato segnato dalle notizie sulla scoperta di una variante inglese del coronavirus che ha spinto alcuni Paesi fra cui l’Italia a sospendere i voli dal Regno Unito. Questo nuovo ceppo ha provocato un balzo dei contagi a Londra, anche se il vaccino secondo le prime valutazioni degli esperti dovrebbe essere ugualmente efficace contro la malattia.

Il tema pesa però decisamente sul sentiment, innescando prese di beneficio. Intanto proseguono le trattative sulla Brexit.

Da segnalare anche che oggi l’agenzia europea Ema ha dato il via libera al vaccino Pfizer, notizia che ha permesso ai listini di chiudere per lo meno sopra i minimi di giornata.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 116 da 113 punti base della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano a 0,57%.

Sul forex, l’euro prende fiato a 1,2230 contro il dollaro; il petrolio tratta in forte calo con il Brent a 50 dollari e il Wti a 47 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: pesa variante Covid, in luce solo Diasorin, giù Eni e Leonardo

Sulla Borsa di Milano oggi l’intero listino Ftse Mib si presenta in rosso a eccezione di pochi titoli fra cui Diasorin, con il gruppo della diagnostica che beneficia dei timori relativi a nuovi contagi per la mutazione del coronavirus. Il titolo avanza di circa lo 0,6%.

Svetta Cnh Industrial con un rialzo di oltre 1 punto percentuale.

Forti vendite invece su Leonardo -3,2%, per via anche dell’esposizione al mercato britannico.

Male i petroliferi con Eni -4,3% nonostante la nuova assegnazione negli Emirati che consente al gruppo di rafforzarsi in un’area chiave come il Medio Oriente.

Giù anche Saipem -3,9%, Tenaris -2,6%.

Nell’auto Fca -1,9%, Ferrari -1,4%, limita i danni Exor -0,6%.

Soffrono anche le utilities fra cui le azioni Enel in flessione di circa il 4%.

Fra le banche, focus su Intesa Sanpaolo -3,5% nonostante la maxi cessione di Npl annunciata venerdì a mercato chiuso. A sua volta Unicredit -3,9%.

Vendute anche le azioni Mediaset nonostante il gruppo abbia comunicato stime positive sulla raccolta pubblicitaria, in crescita del 4% nel secondo semestre, mentre secondo l’ad Pier Silvio Berlusconi l’utile del 2020 potrebbe rivelarsi sorprendente; il titolo cede un -2%.

Maire Tecnimont, che si è aggiudicata un contratto Epcc (Engineering, Procurement, Construction e Commissioning) in India da 255 milioni di dollari, perde comunque un -4,8%.

borsa italiana oggi 04-08-2021 — 08:13

Borsa italiana oggi: Poste, Nexi, Intesa Sanpaolo, Bper

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

continua la lettura