Mar 30 Maggio 2023 — 04:10

Piazza Affari prosegue rally di Capodanno, bene spread, acquisti su Tim, Enel, banche



Il mercato spera che la frenata dell’inflazione, confermata oggi dalla Francia dopo i dati tedeschi positivi della vigilia, possa in qualche modo “disarmare” la Bce. Attesa inoltre per le minute della Fed

Borsa italiana oggi

Piazza Affari oggi nuovamente in rialzo, per la terza seduta di fila, proseguendo il rimbalzo dopo le turbolenze di dicembre, legate soprattutto ai timori per la stretta delle banche centrali. Si guarda alla frenata dell’inflazione, confermata oggi dalla Francia dopo i dati positivi tedeschi della vigilia: la speranza degli operatori è che questi numeri possono in qualche modo “disarmare” la Bce, che ha è annunciato ulteriori rialzi dei tassi di interesse a un ritmo di mezzo punto percentuale nelle prossime riunioni. Allo stesso tempo, da segnalare che i Pmi europei dei servizi sono usciti stamattina migliori delle attese, anche se restano in territorio di contrazione dell’attività. Si attendono inoltre questa sera le minute della Fed. Sulla Borsa di Milano il Ftse Mib segna in chiusura +1,74% a 24.860 punti, in linea con il resto d’Europa, mentre Wall Street procede in più cauto rialzo.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 200 da 210 pb della seduta precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si ritira a 4,26%.

Sul forex, l’euro rimbalza sopra 1,06 contro il dollaro; il petrolio arretra con il Brent a 78 dollari al barile e il Wti a 73 dollari.

Borsa Milano, a Piazza Affari prosegue momento positivo

Sulla Borsa italiana gli acquisti fanno capolino sulle utilities fra cui si mette in evidenza Enel con un progresso di oltre il 3%, così come Hera maglia rosa a +3,8%.

Fra i peggiori invece i petroliferi, che risentono della debolezza del greggio e vedono Tenaris fanalino di coda con un ribasso di -7%, mentre Eni tenta di resistere a -1,5%, Saipem -3%.

Fra le banche si mette in luce Banco Bpm +3,7% dopo i rumors sulla probabile conferma del tandem Castagna Tononi alla guida dell’istituto. Fra le altre: Intesa Sanpaolo +2,5%, Bper +2,6%, Unicredit a +3,7%.

Fuori dal Ftse Mib focus su Edison (+3,2%) di nuovo al centro di rumors su una vendita.

Tornando al listino principale, bene Telecom (Tim) che segna +3,7%, mentre il Messaggero scrive che a metà mese Cdp potrebbe mettere sul tavolo con Macquarie un’offerta per la rete fino a 18 miliardi, una valutazione che si conferma tuttavia decisamente più bassa rispetto alle ipotesi avanzate da un altro grande socio come Vivendi.

eba stress test banche italiane 29-05-2023 — 11:38

Stress test 2023, focus rischio di credito

Particolare attenzione sarà riservata al settore manifatturiero, che risulta maggiormente esposto al rincaro di elettricità e gas e all’impennata dell’inflazione

continua la lettura