Mer 26 Giugno 2019 — 12:51

Oggi in Borsa: Telecom, Unicredit, Eni, Saipem, Fincantieri, Iren



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità

Borsa italiana news

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità, all’indomani di una seduta contrastata che ha visto Piazza Affari chiudere debole (-0,23% il Ftse Mib). La Borsa italiana ha tirato il fiato dopo i rialzi dei giorni precedenti.

Sul fronte macro, l’evento clou della giornata sono i dati sull’occupazione Usa (ore 14,30) con attese del consensus per 175.000 nuovi posti di lavoro non agricoli; tasso di disoccupazione fermo al 3,8%; salari a +0,2% su mese.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso in rialzo +0,38% a 21.807 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro è marginalmente positivo in area 1,1220 contro il dollaro; il petrolio è poco mosso con il Brent a 69 dollari e il Wti a 62 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera contrastata: Dow Jones +0,64% a 26.384 punti, S&P 500 +0,21% a 2.879 punti,  Nasdaq -0,05% a quota 7.891.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, Unicredit resta sorvegliata speciale all’indomani di una seduta debole, in controtendenza con il resto del comparto bancario, sui rumors di una possibile aggregazione con Commerzbank, accolta con scetticismo dagli analisti. la banca non ha commentato le indiscrezioni, secondo cui Unicredit si farebbe avanti se dovesse saltare la fusione Deutsche Bank-Commerz, su cui peraltro si attendono novità nel fine settimana.

Possibili spunti su Tim nel giorno di un nuovo incontro con Open Fiber, a livello tecnico, che riporta al centro il tema della rete di Telecom. Il confronto si dovrebbe poi spostare nuovamente a livello di amministratori delegati, ma ancora non c’è un incontro fissato in agenda. Intanto il titolo, in attesa di una schiarita sulla governance, non riparte e ha chiuso ieri sotto la parità (-0,3%).

Il cda di Eni ha approvato la potenziale emissione di bond fino a 2 miliardi di dollari, da emettersi in una o più tranches entro il 31 dicembre 2020. Inoltre il cda, nel solco del piano industriale, sottoporrà all’assemblea del 14 maggio una proposta di buyback della durata di 18 mesi su 67 milioni di azioni proprie, pari a circa l’1,84% del capitale sociale, per un potenziale esborso massimo di 1,2 miliardi di euro.

Saipem si è aggiudicata nuovi contratti nel drilling offshore in Norvegia e in Medio Oriente per oltre 200 milioni di dollari. Lo ha annunciato questa mattina la società in una nota.

Fra gli appuntamenti societari, in evidenza l’assemblea di Fincantieri, al via Trieste dalle ore 10,30; e quella di Iren, a Reggio Emilia con inizio alle 11.

officina stellare 26-06-2019 — 10:58

Officina Stellare, decolla al debutto su Aim di Borsa Italiana

La società, basata a Sarcedo (Vicenza), punta a imporsi a livello internazionale “Space Factory” di riferimento

continua la lettura