Dom 24 Marzo 2019 — 02:46

Oggi in Borsa: Telecom, Inwit, Fca, Italgas, Ferragamo



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

Borsa Milano news

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta debole che ha visto nuovamente in affanno Piazza Affari (-0,47% il Ftse Mib) . La Borsa italiana è stata appesantita ieri anche dalle forti vendite su alcuni titoli fra cui Juventus e Prysmian.

Sul fronte macro spicca oggi l’Ifo tedesco di febbraio (ore 10) atteso dal consensus degli analisti a 99 punti da 99,1.

Alle ore 16,30 discorso del presidente della Bce Draghi.

Sull’obbligazionario, il Tesoro offre in asta Ctz e Btp-i a 5 e 15 anni per massimi 3,5 miliardi.

E’ attesa invece a mercato chiuso la decisione di Fitch sul rating dell’Italia: l’agenzia attualmente assegna un BBB con outlook negativo.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso in calo del -0,18% a 21.425 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro è marginalmente positivo in area 1,1340 contro il dollaro; il petrolio è sua volta in lieve rialzo con il Brent a 67 dollari e il Wti a 57 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera negativa: Dow Jones -0,40% a 25.850 punti, S&P 500 -0,35% a 2.774 punti,  Nasdaq -0,39% a quota 7.459.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano occhi puntati su Telecom dopo il via libera al nuovo piano industriale e ai dati di bilancio 2018 che hanno visto una perdita di 1,41 miliardi di euro dopo svalutazioni che salgono a complessivi 2,6 miliardi. I ricavi confrontabili dell’esercizio 2018 ammontano a 19,109 miliardi (-3,6%), di cui 15,185 mld domestic (-1,1%); l’Ebitda organico di gruppo è pari a 8,1 miliardi di euro (-3,4%); Ebitda organico domestico a 6,6 miliardi di euro (-6,0%). L’indebitamento finanziario netto rettificato di gruppo è stabile su base annua a 25,270 miliardi.

Il consensus degli analisti fornito dalla stessa Tim indicava fra l’altro ricavi per per 19,15 miliardi, di cui 15,2 mld in Italia, e un andamento pressoché stabile del fatturato fino al 2021.

Il piano, che mette nero su bianco l’avvio delle trattative con Open Fiber sulla rete unica, prevede fra l’altro ricavi di gruppo organici da servizi in leggera riduzione (low single-digit) nel 2019, mentre una crescita (low single-digit) è prevista sia nel 2020 sia nel 2021. L’ebitda organicoo è previsto in leggera riduzione (low single-digit) nel 2019, mentre una crescita (low single-digit) è prevista sia nel 2020 sia nel 2021. Focus sul debito che dovrebbe scendere a 22 mld a fine piano.

Su Persidera Tim fa sapere di avere ricevuto un’ulteriore offerta non vincolante (da F2i) e ha avviato una trattativa esclusiva, mentre per Sparkle il piano prevede un rilancio “sotto una nuova guida”.

Nel solco del piano, Tim e la rivale Vodafone si sono accordate per una partnership “per la condivisione della componente attiva della rete 5G, valutare la condivisone degli apparati attivi della rete 4G e ampliare l’attuale accordo di condivisione passiva”. Tim e Vodafone valutano anche “l’aggregazione in un’unica entità delle rispettive infrastrutture passive, per un totale di 22.000 torri in Italia”.

A sua volta Inwit, controllata di Telecom delle torri, ha conferito mandato all’ad per trattare con Vodafone Italia l’integrazione delle rispettive torri di trasmissione. Inwit ha inoltre licenziato il piano industriale che prevede un Capex cumulato a 250-300 milioni di euro e recurring free cash flow a oltre 200 milioni al 2021.

Il cda di Fca ha deliberato di proporre all’assemblea un dividendo pari a 0,65 euro, corrispondente a una distribuzione complessiva di circa un miliardo di euro.

Sul fronte delle trimestrali, si riunisce oggi per l’approvazione dei conti il cda di Italgas, con una conference in programma alle ore 15,30.

Nel lusso, il cda di Salvatore Ferragamo ha annunciato la nomina di Paul Andrew come Direttore Creativo del marchio Salvatore Ferragamo. Andrew è entrato a far parte dell’azienda nel settembre 2016 come Design Director Calzature Donna ed è stato promosso un anno dopo a Direttore Creativo Donna. Con questo incarico, tutte le funzioni design del marchio saranno raggruppate sotto la sua responsabilità.

carige news 22-03-2019 — 09:52

Carige: countdown per le offerte. Closing su Creditis, rilancio per Cesare Ponti

Entro il 28 marzo si chiude per la cessione della società di credito al consumo mentre per la metà di aprile sono attese le offerte per l’aggregazione. Intanto primi passi concreti per il rilancio della società di gestione del risparmio con una nuova filiale a Genova

continua la lettura