Gio 20 Giugno 2019 — 22:10

Oggi in Borsa: Enel, B. Cucinelli, Smre



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità, anche Tokyo intanto rimbalza

Borsa italiana Milano ftse mib news Ftse Mib

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità dopo il forte rimbalzo di venerdì scorso, che ha visto Piazza Affari chiudere in rally (+3,4% il Ftse Mib) sulla scia delle indicazioni della Fed, di dati macro positivi e della ripresa del dialogo usa-cina sui dazi.

Fra i dati macro di oggi, in Germania gli ordini all’industria di novembre sono usciti a -1% contro attese per -0,2% su mese e le vendite al dettaglio a +1,4% (previsto +0,4%). Spicca negli Usa l’ISM non manifatturiero di dicembre (ore 16), atteso dagli analisti a 59,6 punti.

A Tokyo  intanto il Nikkei ha chiuso in rialzo del +2,44% a 20.038 punti.

Sul mercato forex  l’euro/dollaro  segna 1,1401 (+0,08%).

Il  petrolio  vede il Brent  a 56,60 dollari al barile (+1,16%)   e il Wti a 47,74 dollari (+1,38%).

Wall Street, ha chiuso venerdì sera in gran spolvero:  Dow Jones +3,29% a 23.433 punti, S&P 500 +3,43% a 2.531 punti,  Nasdaq +4,26% a quota 6.738.

Sulla Borsa di Milano banche di nuovo sotto i riflettori per capire se il rimbalzo corale visto venerdì scorso (+5,2%) è destinato a proseguire, con il comparto reduce da un 2018 fortemente negativo (-31%) e comunque sempre correlato ai movimenti dello spread. Unicredit intanto ha recuperato la soglia dei 10 euro, mentre Intesa Sanpaolo deve ancora riconquistare quota 2 euro.

Fra le utilities, Enel ha avviato la costruzione negli Usa del più grande parco eolico del suo portafoglio globale. Si tratta del parco eolico di High Lonesome in Texas con una capacità di circa 450 MW, la cui costruzione richiederà un investimento di circa 600 milioni di dollari, in linea con quanto previsto nel piano strategico 2019-2021 di Enel. L’impianto è attualmente finanziato con risorse proprie e si prevede che entri in esercizio entro la fine del 2019.

Occhi puntati sul lusso con Brunello Cucinelli che apre a Piazza Affari la stagione delle trimestrali. Il cda si riunisce infatti per approvare i dati preliminari delle vendite dell’esercizio 2018. Prevista un’altra performance robusta anche se giovedì scorso gli analisti di Kepler Cheuvreux in un report hanno messo in dubbio che la crescita possa essere a doppia cifra.

Sull’Aim, stamani Smre ha comunicato un’importante operazione, la cessione del 51,48% del capitale a SolarEdge Technologies, società Usa quotata sul Nasdaq, a 6 euro per azione. Il titolo aveva chiuso invece venerdì scorso a 6,28 euro. A vendere sono gli azionisti Mti Holding, Gabriele Amati e Giampaolo Giammarioli. Allo stesso prezzo SolarEdge lancerà un’opa totalitaria.

fca news mirafiori 20-06-2019 — 10:39

Fca: trovato accordo tra Renault e Nissan? Nomura sulle azioni è neutral

Nissan potrebbe varare un nuovo consiglio di amministrazione, che secondo i dirigenti della Renault potrebbe consentire di rilanciare la possibile fusione con Fca

continua la lettura