Mer 21 Agosto 2019 — 18:51

Oggi in Borsa: Bper, Unipol, Unipolsai, Ubi Banca



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi nuovamente debole

Borsa italiana oggi ftse mib Milano news

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi nuovamente debole, all’indomani di una seduta diffusamente negativa che ha visto Piazza Affari chiudere in forte calo (-2,6% il Ftse Mib). Sulla Borsa italiana ha pesato il taglio delle previsioni di crescita italiana da parte della Commissione europea, con lo spread che si è riportato ai massimi da due mesi.

Intanto tornano le preoccupazioni sul possibile esito delle trattative Usa-Cina sul commercio, che andreebbero per le lunghe, mentre il presidente Trump potrebbe mettere al bando le aziende cinesi dalla rete americana di tlc.

Sul fronte macro, fra i pochi dati in agenda si segnala la produzione industriale italiana di dicembre (ore 10), attesa dal consensus a +0,4% su mese.

A Tokyo intanto il Nikkei  ha chiuso in calo del -2,01% a 20.333 punti.

Sul mercato forex  l’euro/dollaro  segna 1,1335 (-0,04%).

Il  petrolio  vede il Brent a 61,28 dollari al barile (-0,57%)  e il Wti a 52,29 dollari (-0,66%).

Wall Street ha chiuso ieri sera negativa: Dow Jones -0,87% a 25.169 punti, S&P 500 -0,94% a 2.706 punti,  Nasdaq -1,18% a quota 7.288.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano il focus resta sui finanziari, con Unipol che ha ceduto per cassa a Bper l’intera partecipazione detenuta in Unipol Banca per 220 milioni di euro. Contestualmente, sempre il gruppo Unipol (azionista di di Bper al 15% ) ha definito l’acquisto da parte della controllata UnipolRec di un portafoglio di crediti in sofferenza di Bper per un ammontare lordo pari a 1,3 miliardi di euro, a fronte di un corrispettivo di 130 milioni.

Bper ha inoltre rilevato come previsto anche il 49% del Banco di Sardegna che ancora non possedeva.

Sul fronte delle trimestrali la stessa Bper ha riportato nel 2018 un utile netto di 402 milioni, “il più alto nella storia del gruppo”. Viene alzato il dividendo. La proposta è una cedola di 13 centesimi, contro gli 11 centesimi del 2017.

Sempre fra le banche Ubi chiude l’esercizio 2018 con un utile al netto delle poste non ricorrenti di 302,4 milioni contro i 188,7 milioni nel 2017. Il dividendo proposto è di 12 centesimi per azione, in aumento dagli 11 cent dello scorso anno, con un rendimento del 5,4%.

Unipol ha archiviato il 2018 con un utile di 628 milioni, a fronte della perdita di 169 milioni registrata nel 2017 quando ha dovuto spesare la ristrutturazione di Unipol Banca, e ha proposto ai soci il pagamento di un dividendo di 0,18 euro per azione. Il gruppo, si legge in una nota, ha raggiunto gli obiettivi del piano industriale chiuso con questo esercizio, conseguendo nel triennio utili ordinari cumulati per 1,85 miliardi di euro e distribuendo dividendi ordinari per 386 milioni.

Unipolsai ha chiuso il 2018 con un utile di 948 milioni di euro, in forte crescita rispetto ai 537 milioni del 2017, grazie anche alla plusvalenza di 309 milioni della vendita di Popolare Vita. Proposto, si legge in una nota, un dividendo di 0,145 euro ad azione, in linea con il 2017.

Fra le altre trimestrali, Banco di Desio e della Brianza ha chiuso il 2018 con un utile netto consolidato di 35,3 milioni (-19,3%) “condizionato significativamente dall’onere connesso alla cartolarizzazione di crediti a sofferenza mediante schema GACS per un valore nominale di circa 1 miliardo”. Il dividendo proposto è di 0,0839 per ciascuna azione ordinaria e 0,1007 per ciascuna azione di risparmio.

Banca Profilo ha visto nel 2018 un utile netto consolidato di 1,6 mln (-68,7%). A fine esercizio la raccolta totale amministrata e gestita – inclusa la Raccolta Fiduciaria Netta – di Banca Profilo e delle sue controllate si attesta a 8.184 milioni di euro (+29,4%).

Borsa italiana oggi Milano news 21-08-2019 — 01:29

Borsa italiana: la crisi di governo non ferma il rimbalzo. In luce Pirelli, Fca

Bene anche le banche mentre migliora lo spread. Positivi i petroliferi

continua la lettura