Mer 08 Dicembre 2021 — 14:35

Lockdown vaccinati spaventa la Borsa: giù Mps, Unicredit, Intesa Sanpaolo



Improvvisa inversione di marcia. A pesare sono le news provenienti dall’Austria, dove da lunedì entrerà in vigore un lockdown generale (vaccinati e non), mentre Vienna ha annunciato il vaccino obbligatorio per tutti da febbraio. Notizie che aprono interrogativi e fanno temere nuove incertezze per l’economia

variante covid borsa

Piazza Affari oggi in deciso calo dopo un’improvvisa inversione di marcia a metà mattinata, sui timori di nuovi lockdown e altre restrizioni Covid che potrebbero ostacolare la ripresa. A pesare sono le news provenienti dall’Austria, dove da lunedì entrerà in vigore un lockdown generale (vaccinati e non), mentre Vienna ha annunciato il vaccino obbligatorio per tutti da febbraio. Notizie che aprono interrogativi e fanno temere nuove incertezze per l’economia.
Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura
-1,17% a 27.337 punti
, peggiore d’Europa, mentre Wall Street procede contrastata (con gli acquisti che fanno capolino sui tecnologici.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 121 da 119 punti base della  chiusura precedente, mentre il rendimento del titolo italiano scende a 0,86%.

Sul forex, l’euro scivola a 1,1300 contro il dollaro; il petrolio arretra con il Brent a 78 dollari e il Wti a 75 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: lockdown fa paura

Sulla Borsa italiana, le vendite si abbattono sulle banche fra cui Unicredit -4% e Intesa Sanpaolo -3,4%.

Mps -4,4% aggiorna i minimi storici sotto 1 euro.

Banco Bpm -2,5% nonostante la promozione a buy da parte di Ubs.

Del resto le raccomandazioni degli analisti passano in secondo piano anche per altri titoli, fra cui Eni che termina a -2% nel giorno in cuiBarclays ha alzato il rating direttamente da underweight a overweight, e il target price da 13 a 16 euro.

Gli acquisti prendono di mira invece Diasorin (+2,3%) con il titolo della diagnostica che conferma la sua correlazione all’emergenza Covid.

Bene tutto il comparto healthcare con Recordati che svetta a +2,7%.

Si rivede Tim maglia rosa del Ftse Mib a +3,65%.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura