Mar 07 Febbraio 2023 — 02:22

Borse oggi in rosso, a Milano giù Saipem e Tenaris



Azionario negativo in avvio di una settimana che si preannuncia densa di indicatori macro importanti alla luce delle prossime mosse delle banche centrali

Borsa milano

Borse negative oggi in avvio di una settimana che si preannuncia densa di indicatori macro importanti alla luce delle prossime mosse delle banche centrali: fra questi, l’occupazione americana di novembre e i numeri sull’inflazione europea. Il sentiment risente inoltre delle nuove preoccupazioni per il giro di vite sul Covid in Cina, mentre si registrano anche le prime proteste da parte della popolazione contro i lockdown. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura -1,12% a 24.440 punti, in linea con il resto d’Europa e l’andamento negativo di Wall Street.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 192 da 187 punti base della seduta precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si amplia a 3,90%.

Sul forex, l’euro dopo un iniziale a lungo si ritira sotto 1,04 contro il dollaro; il petrolio cede altro terreno con il Brent a 82 dollari al barile e il Wti a 75 dollari.

Borse oggi deboli, a Milano pesano petroliferi

Sul Ftse Mib i realizzi prendono di mira il comparto petrolifero, sulla scia della debolezza del greggio, con strong>Eni in calo di quasi il 2%, mentre Saipem e Tenaris cedono circa il 3%.

Ai piani alti del Ftse Mib invece Leonardo (+0,8%), che assieme a Iveco Group (+1,5%) beneficia della maxi commessa in Brasile per il blindato Centauro prodotto dal consorzio Oto Melara Iveco.

Fra le banche, Unicredit resiste intorno alla parità, con Bper a -0,9% nonostante il via libera del cda alla nuova piattaforma sugli Npl con Gardant.

Mediobanca ha collocato un Sustainable Senior Preferred Bond con durata di sei anni “long” (febbraio 2029) che garantirà una cedola del 4.625%; le azioni chiudono a -1%.

intesa sanpaolo raccomandazioni 06-02-2023 — 03:45

Intesa, raccomandazioni aggiornate dopo i conti 2022

Carrellata di nuovi giudizi e target price in scia a risultati e dividendo giudicati migliori delle attese

continua la lettura