Lun 18 Febbraio 2019 — 02:06

Borsa: Wall Street apre debole



Pesano vendite retail. Male Jc Penney. In rialzo T-Mobile Usa su voci fusione con Sprint

Wall Street apre la seduta debole con i principali indici contrastati. Il Dow Jones ha aperto le contrattazioni in calo dello 0,11% e l’S&P 500 dello 0,12% mentre il Nasdaq ha avviato la seduta in rialzo marginale dello 0,02%.

I listini americani, da alcuni giorni deboli per una serie di fattori quali tensioni geopolitiche e trimestrali deludenti, sono influenzati negativamente dalle indicazioni negative provenienti dal settore della grande distribuzione. Prima dell’apertura dei mercati Usa gli investitori hanno prestato particolare attenzione al dato sulle vendite retail di aprile per verificare lo stato di salute dei consumi. Il dato ha mostrato un aumento dello 0,4%, al di sotto della crescita dello 0,6% prevista dagli analisti.

Sempre sul fronte retail continuano inoltre ad arrivare trimestrali deludenti, dopo colossi del calibro di Macy’s o Kohl’s, oggi e’ toccato a Jc Penney (-7,84%) pubblicare conti contrastanti anche se l’Eps si e’ attestato a 6 centesimi di dollaro, contro il rosso di 21 centesimi del consenso degli analisti.

Tra gli altri titoli, da segnalare T-Mobile, in rialzo dello 0,29% in scia alle nuove indiscrezioni di stampa sull’avvio delle trattative di fusione con Sprint (+1,44%).

Male il petrolio dopo alcuni giorni di deciso rialzo in scia alla possibilità che il taglio alla produzione deciso dai Paesi Opec venga prorogato oltre la scadenza del prossimo mese di giugno. Il Wti perde lo 0,25% a 47,7 dollari, mentre il Brent viene scambiato a Londra in ribasso dello 0,18% a 50,7 dollari.

Sul mercato dei cambi, il cross euro/dollaro e’ in rialzo dello 0,4% a 1,0909, mentre tra le commodity l’oro viene trattato poco oltre i 1.231 dollari l’oncia.

Fca news 15-02-2019 — 11:19

Fca bocciata da Banca Imi, il 2019 è molto impegnativo

La banca d’affari taglia raccomandazione e target price a causa delle guidance sotto le attese annunciate dai vertici aziendali in occasione della pubblicazione dei conti

continua la lettura