Dom 24 Gennaio 2021 — 00:02

Borsa, nuovo spunto per il Ftse Mib. Bene Inwit e Azimut



Il sentiment beneficia ancora delle aspettative di una svolta nella crisi innescata dal Covid, grazie ai vaccini e al sostegno continuato da parte delle banche centrali

Borsa milano

La Borsa italiana termina anche oggi positiva proseguendo così il rally che da inizio di novembre ha visto il Ftse Mib guadagnare oltre il 24%. Il sentiment beneficia ancora delle aspettative di una svolta nella crisi innescata dal Covid, grazie ai vaccini e al sostegno continuato da parte delle banche centrali. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +0,72% a 22.303 punti, migliore d’Europa, con gli altri listini in ordine sparso, mentre Wall Street procede debole e contrastata (con il solo Nasdaq sopra la parità).

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 118 da 117 punti base della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano a 0,61%.

Sul forex, l’euro avanza a 1,19 contro il dollaro; il petrolio prosegue il rimbalzo con il Brent a 48 dollari e il Wti a 45 dollari al barile.

Borsa, Ftse Mib oggi positivo con tlc e risparmio gestito

Sulla Borsa di Milano gli acquisti fanno capolino sul comparto delle tlc, in linea con l’andamento del settore a livello europeo: svetta Inwit +4,2%, bene Telecom (Tim) con un +2,2%.

In luce anche Prysmian con un rialzo di oltre il 2%.

Nel risparmio gestito corrono Banca Generali e Mediolanum, entrambe sopra il 2%, con Azimut in evidenza a +3,3%.

Fra le raccomandazioni dei broker, carrellata di nuovi target price su Enel, che segna +0,8%.

I petroliferi oggi vedono le azioni Saipem a -0,4%, Eni +0,6%, Tenaris -1%.

Banche sempre sotto i riflettori con Creval che ha iniziato a valutare l’opa lanciata da Crédit Agricole: il titolo segna +3,8% ben al di sopra il prezzo dell’offerta.

Fra le altre Bper +0,3%, Banco Bpm -0,3%, Unicredit +1,1%, Intesa Sanpaolo +1,4%, Mps -4,1% dopo la vendita a sconto di poco più del 2% del capitale: si tratta delle azioni residue oggetto del diritto di recesso o del diritto di vendita non collocate nell’ambito dell’operazione di scissione a favore di Amco.

mps bce 22-01-2021 — 10:48

Mps, spunta l’ipotesi dell’aumento di capitale “a rate”

Un bond subordinato e due tranche successive in capitale: l’operazione consentirebbe al Tesoro maggiore flessibilità rispetto ai nodi degli aiuti di Stato e della riprivatizzazione

continua la lettura