Mer 05 Agosto 2020 — 01:33

Borsa Milano limita i danni: in rosso Cnh, Exor, Unicredit



Piazza Affari termina negativa ma in forte recupero dai minimi di seduta, in controtendenza con gli altri listini internazionali

borsa italiana oggi

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa) – Piazza Affari termina negativa ma in forte recupero dai minimi di seduta, in controtendenza con gli altri listini internazionali. A pesare sono sempre le incognite sull’impatto del coronavirus, ma anche alcune vicende societarie legate comunque all’emergenza Covid-19. Lo stop di parte dell’attività produttiva in Italia era stato in parte già scontato dai mercati. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura -1,09% a 15.559 punti, limitando le perdite rispetto al resto d’Europa, mentre Wall Street procede in forte calo, nonostante l’annuncio di un nuovo set di misure da parte della Fed e in attesa di un accordo politico su un maxi pacchetto di stimolo.

La crisi innescata dal coronavirus “ha spinto l’economia mondiale in una profonda recessione”, si legge in una nota di Goldman Sachs, che prevede ora una contrazione del Pil globale di circa l’1% nel 2020, “che sarebbe un po ‘più debole dell’anno successivo alla Grande crisi finanziaria”. Secondo la banca americana “la coronacrisi – o più precisamente, la risposta a tale crisi – rappresenta un vincolo fisico sull’attività economica”, rispetto a quello che fu un problema finanziario, “senza precedenti nella storia del dopoguerra”.

Quanto alle nuove misure della Fed, Antonio Cesarano, Chief Global Strategist di Intermonte Sim, spiega: “In estrema sintesi le operazioni sono articolate su tre filoni: 1) maggiori acquisti di asset: la Fed ha di fatto reso illimitato il Qe su Treasury e su titoli emessi da agenzie sui mutui; 2) acquisto di corporate bond invesment grade e relativi Etf su corporate bond investment grade Us, sul mercato secondario; 3) allargamento dei titoli in garanzia nelle operazioni di prestito”.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 196 punti da 197 punti della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano che si attesta all’1,58%.

Sul forex, l’euro risale sopra 1,07 contro il dollaro; il petrolio cede altro terreno con il Brent a 25 dollari e il Wti a 22 dollari al barile.

Borsa Milano, vendite su Cnh, Exor, Unicredit

Tornando alla Borsa italiana, sul Ftse Mib le vendite si accaniscono su Cnh Industrial dopo l’improvvisa partenza del ceo e del direttore finanziario, anche se restano confermati i piani di scorporo di Iveco. Il titolo precipita con un -14,95%.

Giù anche la casa madre Exor -6,1%, mentre Fca segna -4,25%.

Fra i titoli che hanno deciso di sospendere il dividendo, Amplifon rimbalza dai minimi di giornata e segna +2,2%, Brembo invece cade -11,7%.

Fra le raccomandazioni dei broker, Jp Morgan ha tagliato il prezzo obiettivo su Pirelli (-3,7%) da 5,50 a 3,50 euro confermando il rating neutral.

Gli analisti di Rbc hanno ridotto il target price su Campari (-0,8%) da 8,30 a 6,50 euro confermando la raccomandazione sector perform; sullo stesso titolo Barclays taglia il target da 8,70 a 6,40 euro con giudizio fermo a equal weight.

Denaro invece sulle azioni Nexi +11,5%. Bene inoltre Diasorin +4,6%.

Banche miste con Bper in gran spolvero con un rimbalzo del +14%, Intesa Sanpaolo -1,1%, Ubi Banca +0,3%, Unicredit -4,15%, Banco Bpm -0,8%, fuori dal Ftse Mib le azioni Mps segnano un +3%.

Fra i petroliferi poco mossa Eni, giù Saipem -2,2%. In ordine sparso le utilities con Enel che recupera oggi oltre 1 punto percentuale.

borsa italiana oggi 04-08-2020 — 08:23

Borsa italiana oggi: Intesa Sanpaolo, Fca, Exor

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità

continua la lettura