Sab 06 Marzo 2021 — 11:52

Borsa: Milano centra rimbalzo con Leonardo e Moncler, settimana negativa



Piazza Affari torna a salire mentre si restringe lo spread

Borsa italiana oggi

La Borsa di Milano oggi centra oggi un recupero dopo tre sedute negative di fila. La settimana a questi livelli va in archivio con un calo di oltre 1 punto percentuale (-1,17%). Il mercato trova quindi un rimbalzo, mentre la prudenza di questa settimana si spiega con prese di beneficio dopo il rally Draghi, ma anche con le incertezze legate al Covid e il recente balzo dei tassi che sembrano scontare fin troppo in anticipo un ritorno in grande stile dell’inflazione. Sul fronte macro, gli indici Pmi europei di febbraio sono usciti oggi misti: superiore alle attese il manifatturiero, mentre i servizi hanno deluso. Sulla Borsa italiana il Ftse Mib segna in chiusura +0,94% a 23.136 punti, in linea con il resto d’Europa e l’andamento positivo di Wall Street.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 93 da 99 punti base della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano a 0,62%.

Sul forex, l’euro risale sopra 1,21 contro il dollaro; il petrolio consolida con il Brent a 63 dollari e il Wti a 59 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: in spolvero Leonardo e Moncler

Sulla Borsa di Milano si mettono in luce le azioni Leonardo +10% dopo i rumors sulla imminente quotazione della controllata americana Drs. La società tornerebbe a Wall Street entro marzo, con un’operazione che dovrebbe portare nelle casse del gruppo 2,1 miliardi.

In rally anche Moncler +5,4% dopo i risultati 2020 migliori delle attese.

Da parte sua Eni accelera nel pomeriggio +1,1% dopo l’aggiornamento al piano industriale al 2024, mentre il gruppo ha chiuso un 2020 all’insegna dell’impatto del Covid con una perdita netta di 8,56 miliardi e un risultato netto adjusted in rosso di 742 milioni. Confermata la cedola di 0,34 euro. In base alla nuova strategia invece, la cedola si comporrà di un dividend floor di 0,36 euro per azione con un livello di prezzo annuale del Brent di almeno $45/bbl e una componente variabile crescente con un prezzo del Brent compreso tra i $45/bbl e i $60/bbl.

Le utilities si confermano nervose, con le azioni Enel che terminano in frazionale calo (-0,05%).

In fondo al listino principale Diasorin -5,2%, con il gruppo della diagnostica che sconta la crescente concorrenza dei vaccini.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di SocGen hanno promosso la stessa Moncler da hold a buy con un target price di 59 euro.

Jefferies ha alzato il prezzo obiettivo su azioni Campari (-0,9%) da 8,90 a 10 euro, all’indomani dei risultati, confermando il giudizio hold. Da parte sua Kepler Cheuvreux porta il target da 10,20 a 11 euro confermando il buy.

Goldman Sachs ha alzato il target price su Unicredit (+2,5%) da 10,70 a 12,30 euro, confermando il rating buy.

Inoltre Goldman Sachs ha alzato il target su Intesa Sanpaolo (+1,4%) da 2,40 a 2,65 euro, confermando il buy; ha migliorato il target price su Banca Mps (+1,9%) da 1,35 a 1,40 euro e su Banco Bpm (+1,8%) da 1,95 a 2,15 euro.

mediobanca del vecchio 05-03-2021 — 10:29

Del Vecchio smentisce asse con Caltagirone su Mediobanca-Generali

Al momento non sembra che i due soci abbiano un piano comune per intervenire sulla governance del Leone di Trieste. La partita comunque si deciderà entro un anno

continua la lettura