Mer 08 Dicembre 2021 — 14:08

Borsa Milano tenta rimbalzo con farmaceutici e Stm, settimana chiude in deciso calo



A pesare sono ancora i timori legati alla cosiddetta variante Delta del coronavirus, ma anche l’incertezza sulle prossime mosse della Fed. Dopo le indicazioni provenienti dalle minute del Fomc, sarà il presidente Powell la prossima settimana ad affrontare l’argomento nel corso del simposio dei banchieri centrali di Jackson Hole

borsa italiana oggi

La Borsa italiana oggi fatica a centrare un rimbalzo e manda in archivio un’ottava decisamente negativa dopo gli acquisti delle scorse settimane. A pesare sono i rinnovati timori legati alla cosiddetta variante Delta del coronavirus, ma anche l’incertezza sulle prossime mosse della Fed. Dopo le indicazioni provenienti dalle minute del Fomc, sarà il presidente Powell la prossima settimana ad affrontare l’argomento nel corso del simposio dei banchieri centrali di Jackson Hole. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura -0,04% a 25.918 punti, con il resto d’Europa in cauto rialzo, mentre Wall Street rimbalza con maggiore decisione. A questi livelli per l’indice principale di Piazza Affari il bilancio della settimana è un -2,76%.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 104 punti base sui livelli della chiusura precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si attesta a 0,54%.

Sul forex, l’euro consolida sotto 1,17 contro il dollaro; il petrolio cede altro terreno con il Brent a 65 dollari e il Wti a 62 dollari al barile.

Borsa Milano oggi tenta recupero con farmaceutici, Stm, Enel

Sulla Borsa italiana, fra gli odierni spunti di giornata , proseguono i realizzi su Stellantis dopo il rally della prima parte di agosto; il titolo (-1,1%) sconta anche le chiusure programmate la prossima settimana in alcuni stabilimenti francesi alle prese con la carenza di microchip.

Per contro, si mette in luce Stmicroelectronics (Stm) +1,5% in linea con il comparto dei semiconduttori.

In cima al listino principale i farmaceutici con Diasorin (+1,7%) che torna a beneficiare delle preoccupazioni legate al Covid; bene inoltre Amplifon +1,2% e Recordati +0,7%.

Fra le banche qualche spunto su Intesa Sanpaolo +0,5%, Banco Bpm +0,4%, Mps in calo di 1 punto percentuale mentre si susseguono indiscrezioni sul salvataggio da parte di Unicredit (+0,4%).

Enel guida le utilities con un +1% a 8 euro.

I petroliferi faticano a trovare il rimbalzo con le azioni Eni a -0,1%, Saipem -0,9%, Tenaris -0,8%.

Neppure Moncler riparte, sui timori di una frenata della domanda globale e soprattutto in Cina; il titolo segna -1,8%.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura