Mer 27 Ottobre 2021 — 17:13

Borsa Milano tenta recupero, in evidenza Anima promossa a buy da Ubs



A frenare in parte gli acquisti sono ancora i timori per la recente corsa dei prezzi dell’energia, mentre sono tornate anche le preoccupazioni per il caso Evergrande. L’indice Zew peggiore delle attese

borsa italiana oggi

La Borsa italiana tenta oggi un recupero dopo le vendite di inizio settimana, peraltro proseguito nel corso della mattinata. A frenare in parte gli acquisti sono ancora i timori per la recente corsa dei prezzi dell’energia, mentre sono tornate anche le preoccupazioni per il caso Evergrande, con il gigante immobiliare cinese che non ha rimborsato un bond in dollari. Fra i dati macro, lo Zew tedesco di ottobre è calato oltre attese. Piazza Affari trova comunque un mini rimbalzo. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura un +0,23% a 25.990 punti, con il resto d’Europa per lo più sotto la parità, mentre Wall Street procede poco mossa.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 102 da 103 punti base della  chiusura precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si attesta 0,92%.

Sul forex, l’euro tratta in leggero ribasso a 1,1530 contro il dollaro; il petrolio consolida con il Brent a 83 dollari e il Wti a 80 dollari al barile.

Borsa Milano oggi in leggero recupero, buy per Anima e Intesa Sp

Sul Ftse Mib da registrare l’acuto di Diasorin in rialzo di quasi il 3% per effetto di forti ricoperture.

Ma la maglia rosa va a Prysmian con +3,5%.

Petroliferi sempre sotto il faro del mercato ma oggi contrastati, con Eni a -0,3%, Tenaris -1,7%, Saipem +2,4% con Jp Morgan che ha migliorato il target price sul titolo da 2,40 a 2,60 euro, confermando il giudizio neutral.

Fra le altre raccomandazioni di Borsa, Ubs ha promosso Anima Holding (+3,2%) da neutral a buy e incrementato il suo target di prezzo da 4,50 a 5,30 euro in scia ai dati sulla raccolta di settembre e all’avvio del programma di buyback da 60 milioni di euro.

Gli analisti di Goldman Sachs hanno alzato il prezzo obiettivo su Intesa Sanpaolo (+0,4%) da 2,95 a 3 euro, confermando il rating buy: per il broker americano il titolo presenta un rendimento da dividendi fra i più alti del settore; ottimismo inoltre in vista dei conti del terzo trimestre, che dovrebbero essere trainati soprattutto dalle commissioni.

Fra le altre banche, Unicredit poco mossa, mentre Bper segna -0,4% dopo le nuove voci di un pressing per una fusione con Bp Sondrio, che termina a +1%.

mediobanca trimestrale 27-10-2021 — 02:22

Mediobanca: trimestrale batte attese, no comment di Nagel su battaglia Generali

Commissioni record. Anche l’outlook è positivo, confermata la politica dei dividendi

continua la lettura