Lun 09 Dicembre 2019 — 09:52

Borsa Milano svetta in Europa. Bene Ubi, Unicredit, Mediobanca, Fca



Piazza Affari riprende a correre dopo la pausa di ieri, approfittando dell’intonazione positiva generale dei mercati nonché di singoli spunti

Borsa italiana oggi

Piazza Affari riprende a correre dopo la pausa di ieri, approfittando dell’intonazione positiva generale dei mercati nonché di singoli spunti. Sulla Borsa di Milano il Ftse Mib segna in chiusura +1,24% a 23.782 punti, migliore d’Europa, mentre Wall Street scambia a sua volta sopra la parità.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 147 punti da 151 punti base della chiusura precedente, con il rendimento del titolo italiano all’1,21%.

Sul forex, l’euro scambia debole poco sopra quota 1,10 contro il dollaro; il petrolio consolida con il Brent a 62 dollari e il Wti a 56 dollari al barile.

Borsa Milano: in luce Ubi, Unicredit

Tornando alla Borsa italiana, sul Ftse Mib si mette in luce oggi Ubi Banca +2,8%, che rimbalza dopo le vendite dei giorni scorsi.

Bene Unicredit +2% con gli analisti di Exane Bnp Paribas che alzano il target da 13 a 13,70 euro confermando la raccomandazione outperform, mentre Ubs alza il prezzo obiettivo da 12 a 12,80 euro con rating neutral.

Intesa Sanpaolo +0,9% dopo il collocamento di un bond senior a 7 anni con rendimento fissato a 110 punti base sopra il tasso midswap.

Mediobanca +2% beneficia del nuovo piano industriale che punta sui dividendi.

Bene intonata anche Bper +0,7% dopo le aperture dell’ad Vandelli a una possibile fusione.

E ancora tra i finanziari in evidenza Poste +2,1%, Azimut +2,6%, Fineco +2,7%.

Riprende a correre Fca +1,2% dopo una promozione di Exane Bnp in vista della combinazione con Peugeot.

Fra le utilities, in evidenza Enel +1,8% in attesa dei conti, mentre consolida Prysmian -1,6% in fondo al listino principale dopo i risultati.

borsa italiana oggi 09-12-2019 — 08:13

Borsa italiana oggi: Unicredit, Mps, Mediaset

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi marginalmente negativa

continua la lettura