Mer 23 Settembre 2020 — 03:04

Borsa Milano sui massimi dal 2008. In luce banche, auto e Juventus



Nuovi record a Francoforte e sullo Stoxx europeo. Il mercato sembra apprezzare gli sforzi della Cina alle prese con l’emergenza coronavirus

Borsa fed

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa) – Piazza Affari prosegue il rimbalzo dei giorni scorsi in una seduta record per alcuni indici europei (Dax e Stoxx 600), mentre anche la Borsa italiana si porta sui massimi da ottobre 2008. Il mercato sembra apprezzare gli sforzi della Cina alle prese con l’emergenza coronavirus. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +0,70% a 24.861 punti, in linea con il resto d’Europa e l’andamento di Wall Street.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 129 da 136 punti della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano allo 0,91%.

Sul forex, l’euro è debole poco sotto 1,09 contro il dollaro; il petrolio recupera terreno con il Brent a 55 dollari e il Wti a 51 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: sul Ftse Mib in luce le banche e Juventus

Tornando alla Borsa italiana, sul Ftse Mib proseguono gli acquisti su Ubi Banca +5,1% grazie ai risultati 2019 migliori delle attese, mentre gli analisti di Ubs ritoccano il target price da 2,90 a 3 euro per azione confermando la raccomandazione neutral; da parte sua Equita alza da 3,2 a 3,5 euro con rating hold.

Avanza anche Banco Bpm +3,7% su cui Ubs rimane prudente alzando il prezzo obiettivo da 1,95 a 2,05 euro con raccomandazione neutral. In luce poi Bper +3,7%, mentre Intesa Sanpaolo guadagna 1 punto percentuale. In controtendenza Unicredit -0,3%.

Bene Mps in rialzo di circa il 2% dopo l’esclusiva al fondo Ardian per la vendita di un portafoglio di immobili valutato 300-350 milioni.

Nel lusso in buon recupero le azioni Ferragamo +4,1%.

Juventus +4,1% rimbalza con i rumors su una maxi offerta per l’allenatore Guardiola.

In evidenza inoltre Telecom +1,6% sopra i 50 centesimi dopo i conti 2019 di Tim Brasil.

Fra i petroliferi Eni +1,3% anche se gli analisti di Hsbc limano il target da 15 a 14,75 euro confermando il giudizio hold. Nel comparto svetta Saipem +2,6%, Tenaris +2,3%.

In rialzo nell’auto le azioni Fca +3,7%, Pirelli +3,5%.

In fondo al listino principale realizzi su Terna -1,2%, debole fra le utilities anche Enel -0,7%.

mps unicredit 22-09-2020 — 10:50

Mps bussa a Unicredit, ma per ora porta chiusa

Il titolo della banca milanese è comunque debole a Piazza Affari dopo una bocciatura da parte di Credit Suisse

continua la lettura