Dom 17 Febbraio 2019 — 15:48

Borsa: Milano si conferma positiva con Prysmian, Atlantia



Piazza Affari prosegue la scia di rialzi, le banche però tornano nel mirino dei realizzi

Aim-Ilpra

La Borsa di Milano scambia in rialzo a metà seduta, proseguendo così la scia positiva dei giorni scorsi in linea con il miglioramento del sentiment globale.

Il Ftse Mib segna alle ore 12,52 +0,68% a 19.082 punti, in una giornata positiva anche nel resto d’Europa (ieri debole, a differenza di Piazza Affari).

Sul forex, l’euro consolida in area 1,1440 contro il dollaro; il petrolio recupera altro terreno con il Brent sopra i 58 dollari e il Wti a 49 dollari al barile.

Lo spread Btp/Bund è stabile a 268 punti base della chiusura precedente, con il rendimento del decennale italiano stabile al 2,91% da 2,90% (dati Bloomberg).

Tornando agli indici di Borsa, sul Ftse Mib si mette in luce una pattuglia di titoli guidata da Atlantia +3,4%, con Prysmian a +2,95% dopo la promozione a buy da parte di Goldman Sachs.

Inoltre nel lusso spicca Moncler +2%. Forti realizzi invece su Brunello Cucinelli -9,6% con gli analisti cauti all’indomani di conti brillanti ma in linea con attese.

Fra le utilities Italgas -2% sconta il taglio della raccomandazione da parte di Kepler Cheuvreux.

Deboli le banche all’indomani del maxi piano di salvataggio messo in campo dal governo per Carige. La peggiore è Bper -2%, mentre anche Banco Bpm, Intesa Sanpaolo e Unicredit scambiano sotto la parità, in controtendenza Mps +1%.

Fra i petroliferi si mette in evidenza Saipem +2,2%, con Tenaris a +2%, più indietro Eni +0,7%.

Si rivede Leonardo +2,3% mentre Tim segna +0,6% con la riorganizzazione voluta dal ceo Gubitosi.

Proseguono gli acquisti su Ferrari +1,7% dopo la staffetta al comando del team di Formula 1, positiva anche Fca +0,6%.

Fca news 15-02-2019 — 11:19

Fca bocciata da Banca Imi, il 2019 è molto impegnativo

La banca d’affari taglia raccomandazione e target price a causa delle guidance sotto le attese annunciate dai vertici aziendali in occasione della pubblicazione dei conti

continua la lettura