Lun 22 Aprile 2019 — 13:02

Borsa: Milano si conferma positiva con Prysmian, Atlantia



Piazza Affari prosegue la scia di rialzi, le banche però tornano nel mirino dei realizzi

borsa italiana milano ftse mib

La Borsa di Milano scambia in rialzo a metà seduta, proseguendo così la scia positiva dei giorni scorsi in linea con il miglioramento del sentiment globale.

Il Ftse Mib segna alle ore 12,52 +0,68% a 19.082 punti, in una giornata positiva anche nel resto d’Europa (ieri debole, a differenza di Piazza Affari).

Sul forex, l’euro consolida in area 1,1440 contro il dollaro; il petrolio recupera altro terreno con il Brent sopra i 58 dollari e il Wti a 49 dollari al barile.

Lo spread Btp/Bund è stabile a 268 punti base della chiusura precedente, con il rendimento del decennale italiano stabile al 2,91% da 2,90% (dati Bloomberg).

Tornando agli indici di Borsa, sul Ftse Mib si mette in luce una pattuglia di titoli guidata da Atlantia +3,4%, con Prysmian a +2,95% dopo la promozione a buy da parte di Goldman Sachs.

Inoltre nel lusso spicca Moncler +2%. Forti realizzi invece su Brunello Cucinelli -9,6% con gli analisti cauti all’indomani di conti brillanti ma in linea con attese.

Fra le utilities Italgas -2% sconta il taglio della raccomandazione da parte di Kepler Cheuvreux.

Deboli le banche all’indomani del maxi piano di salvataggio messo in campo dal governo per Carige. La peggiore è Bper -2%, mentre anche Banco Bpm, Intesa Sanpaolo e Unicredit scambiano sotto la parità, in controtendenza Mps +1%.

Fra i petroliferi si mette in evidenza Saipem +2,2%, con Tenaris a +2%, più indietro Eni +0,7%.

Si rivede Leonardo +2,3% mentre Tim segna +0,6% con la riorganizzazione voluta dal ceo Gubitosi.

Proseguono gli acquisti su Ferrari +1,7% dopo la staffetta al comando del team di Formula 1, positiva anche Fca +0,6%.

carige news 18-04-2019 — 09:54

Carige, piano di Blackrock lacrime e sangue

La taglia dell’aumento di capitale destinata a salire ad almeno 700 milioni, indiscrezioni sul taglio massiccio di filiali ed esuberi. Una call del gestore Usa sulla quota del Fitd

continua la lettura