Mer 08 Dicembre 2021 — 14:38

Borsa Milano scommette su stimolo Bce, rimbalza Diasorin



Il programma di acquisto di titoli “pandemico” (Pepp) resterà centrale nel sostegno all’economia europea, in attesa della distribuzione del vaccino e della riapertura dopo le misure di lockdown

borsa italiana oggi

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa) – La Borsa italiana termina anche oggi in rialzo nella sua nona seduta positiva di fila. A sostenere i listini sono le rassicurazioni della presidente Bce, Christine Lagarde, secondo cui il programma di acquisto di titoli “pandemico” (Pepp) resterà centrale nel sostegno all’economia europea. Tutto ciò in attesa della distribuzione del vaccino contro il coronavirus e della possibile riapertura dell’economia dopo le misure di lockdown. Lagarde ha parlato al forum dei banchieri centrali di Sintra (quest’anno da remoto per le note precauzioni legate al Covid). Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +0,68% a 20.993 punti, in linea con il resto d’Europa e l’andatura di Wall Street.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 125 punti in linea con la seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano a 0,74%.

Sul forex, l’euro perde quota a 1,1760 contro il dollaro; il petrolio prosegue il recupero con il Brent a 44 dollari e il Wti a 42 dollari al barile.

Borsa Milano anche oggi positiva: rimbalza Diasorin, giù Atlantia

Sulla Borsa di Milano trova un rimbalzo Diasorin (+3,8%), dopo che nei giorni scorsi il gruppo della diagnostica è stato penalizzato dalle news positive sul vaccino.

Pesante invece Atlantia -3,13% dopo gli arresti fra ex manager e attuali dirigenti di Autostrade, di cui la holding sta trattando la vendita della quota di maggioranza a Cdp e fondi.

In fondo al listino principale anche le azioni Interpump -3,11%.

Consolida Leonardo -1,2% dopo il rally delle scorse sedute sull’ipotesi di un’Ipo della controllata Drs che frutterebbe 1 miliardo.

Fra le banche Unicredit -0,5%, Intesa Sanpaolo -1%, Banco Bpm -1,8%, in luce Bper +1,4%.

Fra le raccomandazioni di borsa, Goldman Sachs ha alzato il prezzo obiettivo su Salvatore Ferragamo (+4,4%) da 14,80 a 15,50 euro dopo i conti dei 9 mesi, confermando il giudizio buy.

Bernstein ha alzato il target su Campari (+2,7%) da 9,50 a 10 euro con raccomandazione outperform.

Gli analisti di Jefferies hanno tagliato il rating su Saipem (-2,7%) da hold a underperform e il target price da 1,70 a 1,50 euro.

Barclays ha tagliato Saras (invariata) da equal weight a underweight, mantenendo il prezzo obiettivo di 0,55 euro.

Fra gli altri petroliferi Eni -1,1%, Tenaris poco sopra la parità.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura