Lun 30 Gennaio 2023 — 09:56

Borsa Milano rimbalza, in evidenza Enel e auto



Piazza Affari centra un recupero, in linea con gli altri listini internazionali, provando a mettere da parte i timori legati a una potenziale recessione e l’incertezza politica innescata dalla crisi di governo

Borsa milano oggi

La Borsa italiana oggi centra un rimbalzo, in linea con gli altri listini internazionali, provando a mettere da parte i timori legati a una potenziale recessione e l’incertezza politica innescata dalla crisi di governo. Il sentiment non risente della frenata brusca e più marcata delle previsioni dell’economia cinese (+0,4% nel secondo trimestre); migliori delle attese invece le vendite al dettaglio americane di giugno, così come l’indice manifatturiero Empire di luglio e la fiducia Michigan. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +1,84% a 20.933 punti, in linea con il resto d’Europa e l’andamento brillante di Wall Street.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 213 da 206 punti base della seduta precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si attesta a 3,25%.

Sul forex, l’euro tenta un recupero a 1,0090 contro il dollaro; il petrolio avanza con il Brent a 101 dollari al barile e il Wti a 98 dollari.

Borsa Milano oggi centra un recupero: bene Iveco, Pirelli, Enel, Eni

Sulla Borsa italiana bene alcuni titoli del settore auto come Iveco e Pirelli in progresso di oltre il 5%, con Stellantis a sua volta in rialzo (+2%) nonostante il nuovo calo delle immatricolazioni europee a giugno.

In fondo al listino principale riparte invece il flusso di vendite su Saipem (-30%) mentre le banche del consorzio hanno fatto sapere che cederanno in modo “ordinato” il 20% del capitale post aumento.

Fra le utilities si rivede Enel che si concede un recupero di oltre il 3% (lunedì stacca l’acconto del dividencdo).

Sul Ftse Mib la maglia rosa va comunque a Interpump +5,6%.

Fuori dal listine principale strappa Rcs Mediagroup (+15,08%) ma anche Cairo Communication (+13,46%) dopo l’accordo con il fondo Blackstone sull’immobile di Via Solferino a Milano; in particolare, Rcs verserà un contributo di 10 milioni di euro alle spese sostenute da Blackstone e acquisterà, al prezzo di 59,9 milioni, l’immobile che è la sede storica del Corriere della Sera.

Banche in ordine sparso, con Mps (-6,2%) che sconta anche oggi il rischio politico legato alla crisi di governo, essendo che l’istituto senese controllato dal Tesoro deve eseguire in autunno un aumento di capitale da 2,5 miliardi; bene invece Banco Bpm +2,1%, Intesa in rialzo di oltre 1 punto percentuale, Unicredit +0,9%.

Un altro dossier politicamente sensibile è quello di Telecom e il progetto di rete unica: il titolo fallisce il rimbalzo (-3,4%).

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Deutsche Bank hanno tagliato il target price su Nexi (+2,1%) da 16 a 12,50 euro, confermando il buy; sullo stesso titolo Barclays ha ridotto il prezzo obiettivo da 12,50 a 11 euro, confermando il rating overweight.

Jp Morgan ha rivisto il target price su Eni (+1,8%)da 20 a 18,50 euro, confermando il giudizio overweight.

Borsa italiana oggi 30-01-2023 — 08:19

Borsa italiana oggi: Stellantis, Eni, Unicredit

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

continua la lettura