Gio 02 Aprile 2020 — 01:16

Borsa Milano recupera altro terreno: in evidenza Bper, Atlantia, Ferragamo



Piazza Affari recupera altro terreno dopo la recente ondata di vendite innescata dall’emergenza coronavirus, ma il bilancio della settimana è negativo, mentre quello da inizio anno si conferma allarmante

borsa milano

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa) – Piazza Affari recupera altro terreno dopo la recente ondata di vendite innescata dall’emergenza coronavirus, ma il bilancio della settimana è comunque negativo, mentre quello da inizio anno si conferma allarmante. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +1,71% a 15.731 punti, in linea con la giornata positiva nel resto d’Europa, mentre Wall Street scambia sotto la parità. A questi livelli per l’indice milanese il bilancio dell’ottava è un -1,4%, da inizio anno -33%.

“Ora le borse iniziano a credere all’impegno degli istituti europei ma a nostro avviso non è ancora sufficiente per stabilizzare le
piazze finanziarie per l’emergenza coronavirus nel medio/lungo periodo” commenta Filippo Diodovich, senior strategist di IG Italia,a proposito del recente pacchetto di stimolo targato Bce. “Riteniamo che in mancanza di nuove misure la stabilizzazione dei mercati finanziari possa essere solo temporanea”.

“Nonostante la correzione significativa dei mercati azionari delle ultime settimane – Luigi de Bellis, co-responsabile Ufficio Studi Equita – crediamo che vada mantenuto un approccio prudente”. La view di Equita “è che le Utilities, Telecom e Healthcare siano i settori che possono difendersi meglio in uno scenario di forte rallentamento economico”.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 197 punti da 193 punti della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano che si attesta all’1,64%.

Sul forex, l’euro cede terreno sotto 1,07 contro il dollaro; il petrolio consolida con il Brent a 28 dollari e il Wti a 24 dollari al barile.

Borsa Milano, Bce innesca un rimbalzo

Tornando alla Borsa italiana, sul Ftse Mib si mette in luce Bper +11,6% dopo la revisione a sconto dell’accordo per rilevare filiali di Intesa Sanpaolo (+2,8%) se andrà in porto l’offerta di quest’ultima su Ubi Banca (-0,8%).

Bene Unicredit +5,4% che ha confermato l’assemblea del 9 aprile chiamata fra l’altro a ad approvare il dividendo, fuori dal Ftse Mib in rosso le azioni Mps -2,7%.

In cima al listino principale un flusso di acquisti premia oggi Atlantia +19,1%, prosegue il rimbalzo di Ferragamo +11,7%.

Fra le altre raccomandazioni dei broker, Kepler Cheuvreux aggiusta il prezzo obiettivo su Enel da 8,50 a 8 euro, confermando il rating buy dopo i conti 2019: il titolo segna +1% ben al di sotto dei massimi di seduta.

Gli analisti di Morgan Stanley tagliano il target price di Eni (+4,7%) da 12 a 6 euro confermando la raccomandazione underweight.

Rimbalzo anche per le azioni Fca +5,8% dopo il sell-off sul titolo a causa dello stop alla produzione negli Usa e in Europa.

Fanalino di coda del Ftse Mib è Prysmian -9,7% che torna nel mirino di forti realizzi.

unipol mediobanca 01-04-2020 — 02:47

Sorprese Consob: Unipol in Mediobanca e la Cina su Eni

Le partecipazioni emergono in virtù delle nuove soglie fissate all’1% (dal 3%) per le società a maggior capitalizzazione e al 3% (dal 5%) per quelle minori

continua la lettura