Sab 05 Dicembre 2020 — 15:25

Borsa Milano punta ancora sul vaccino, bene Leonardo e petroliferi



A spingere i listini è nuovamente il conto alla rovescia per le prime dosi del vaccino contro il coronavirus: al recente annuncio di Pfizer ha fatto seguito oggi quello dell’americana Moderna, il cui vaccino si è dimostrato efficace al 94,5%, mentre si attende il responso di AstraZeneca

borsa italiana oggi

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa) – La Borsa italiana avvia la settimana in rialzo, proseguendo il rimbalzo delle ultime due settimane (complessivamente un recupero di circa il 15%). A spingere i listini è ancora il conto alla rovescia per le prime dosi del vaccino contro il coronavirus: al recente annuncio di Pfizer ha fatto seguito oggi quello dell’americana Moderna, il cui vaccino si è dimostrato efficace al 94,5%, mentre si attende il responso di AstraZeneca. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +1,98% a 21.317 punti, in linea con il resto d’Europa e il buon andamento di Wall Street.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 120 da 122 punti della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano a 0,65%.

Sul forex, l’euro è poco mosso a 1,1840 contro il dollaro; il petrolio guadagna terreno con il Brent a 44 dollari e il Wti a 41 dollari al barile.

Borsa Milano, oggi in luce Leonardo e petroliferi

Sulla Borsa di Milano occhi puntati su Nexi dopo la fusione con la danese Nets che dà vita a un colosso europeo dei pagamenti. Il titolo segna +0,7%.

Sotto i riflettori anchePoste Italiane +1,3% dopo l’accordo per rilevare Nexive sulla base di un enterprise value a 60 milioni.

Brilla Leonardo +7,8% dopo che il Dipartimento della Difesa Usa ha esercitato opzioni per ulteriori 36 elicotteri TH-73A per un valore di 171 milioni di dollari.

Realizzi su Diasorin -0,3% con il gruppo della diagnostica che sente ancora una volta la concorrenza dei vaccini.

Fra le banche nuovi acquisti su Bper +6,5%, bene anche Unicredit +2,3% e Intesa Sanpaolo sopra l’1%.

I petroliferi vedono le azioni Eni a +4%, Saipem +4,7%, Tenaris +7,75%.

Fra le raccomandazioni dei broker, gli analisti di Goldman Sachs hanno alzato il target price su Mediaset (+5,65%) da 1,35 a 1,65 euro confermando il rating sell, ma promuovendo Mediaset Espana a buy.

Commerzbank ha ritoccato il prezzo obiettivo su Generali (+2,4%) da 15,20 a 15,70 euro confermando il giudizio hold.

mps piano esuberi 04-12-2020 — 11:12

Mps, nel piano industriale almeno 3.000 esuberi

Le indiscrezioni fanno seguito alla nota con cui la banca ha convocato per il prossimo 17 dicembre un cda per delineare il nuovo piano strategico

continua la lettura