Mer 28 Settembre 2022 — 02:09

Borsa Milano negativa: crolla Stm, in controtendenza Recordati



A tenere banco sono le tensioni internazionali legate all’Ucraina. La Commissione Ue ha proposto nel pomeriggio nuove sanzioni

Borsa italiana oggi

La Borsa italiana oggi cede terreno dopo il cauto recupero delle scorse sedute. A tenere banco sono le tensioni internazionali legate all’Ucraina. La Commissione Ue ha proposto nel pomeriggio nuove sanzioni alla Russia che dovrebbero tuttavia escludere le importazioni di gas e petrolio; nel mirino invece il carbone, per un valore di 4 miliardi di euro. Nel quinto pacchetto di sanzioni anche misure più aspre rivolte a 4 delle 7 banche già escluse da Swift, nonché il divieto di 10 miliardi di esportazioni verso la Russia di apparecchiature e componenti industriali cruciali, come i semiconduttori avanzati e computer quantistici, mezzi di trasporto. Il mercato guarda inoltre alle prossime mosse delle banche centrali e in particolare della Fed che a maggio potrebbe decidere un rialzo dei tassi di 50 punti base per contrastare il balzo dell’inflazione. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna alle ore 15,19 un -0,86% a 24.960 punti, in frenata dai massimi della mattinata e con il resto d’Europa in ordine sparso (positiva Londra), mentre Wall Street procede negativa.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 165 da 156 punti base della seduta precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si amplia a 2,26%.

Sul forex, l’euro s’indebolisce a 1,0920 contro il dollaro; il petrolio è poco mosso con il Brent a 107 dollari e il Wti a 103 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: tornano i realizzi

Sulla Borsa italiana Telecom (Tim) volatile (-0,9% finale) dopo la decisione del fondo Kkr, già ampiamente scontata dal mercato, di confermare la richiesta di due diligence ma senza proposta d’offerta.

Giù Stm in flessione di oltre il 5% con le sanzioni alla Russia che interessano anche il settore dei semiconduttori.

Gli acquisti fanno capolino su alcuni titoli difensivi fra cui Recordati +3,5%, Diasorin e Campari in rialzo di circa il 2%.

Bene inoltre Enel (+2%) su cui peraltro Credit Suisse ha confermato il buy con un target di 8,30 euro.

Banche in frenata, con Unicredit -2,8%, Intesa Sanpaolo -2,5%, Bper -1,6%, va meglio a Banco Bpm -0,2%.

Fra le raccomandazioni di Borsa, Citigroup ha promosso Pirelli da neutral a buy. Il titolo corre nella prima parte della seduta ma poi cambia direzione e cede oltre 1 punto percentuale scontando l’esposizione alla Russia.

Morgan Stanley ha alzato il target price su Poste Italiane (-1,2%) da 14,90 a 15,80 euro, confermando il rating overweight.

Inoltre Morgan Stanley ha alzato il prezzo obiettivo su Generali (-0,4%) da 21 a 23 euro, confermando il giudizio equal-weight.

tim cvc 27-09-2022 — 11:02

Tim, un ruolo per l’accoppiata Berlusconi Xavier Niel?

Spunta un’ipotesi che poggia sul nuovo sodalizio italo-francese e sulla netta vittoria del centrodestra alle elezioni. Mfe smentisce “raccordi con Iliad e Tim”

continua la lettura