Dom 19 Settembre 2021 — 07:50

Borsa Milano negativa, bene Saipem promossa da Mediobanca



Svetta Atlantia dopo l’offerta spagnola per Aspi, banche giù con i commenti della Bce

borsa italiana oggi

Piazza Affari termina in rosso dopo avere azzerato i guadagni della mattinata. Non bastano le indicazioni positive arrivate dai verbali della Fed: la banca centrale americana non ha intenzione di retrocedere dalle sue misure ultra accomodanti. Si guarda anche alla situazione Covid, con l’Europa che si muove in ordine sparso sulle eventuali limitazioni al vaccino Astrazeneca. Nessuna sorpresa dalle minute Bce, se non una nota di pessimismo per l’impatto dei nuovi lockdown che dovrebbero ritardare la ripresa: a farne le spese sono le banche. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura -0,66% a 24.576 punti, in controtendenza rispetto al resto d’Europa mentre Wall Street procede contrastata (bene soprattutto i tecnologici).

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 100 da 102 punti della chiusura precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si attesta a 0,66%.

Sul forex, l’euro si rafforza poco sopra 1,19 contro il dollaro; il petrolio consolida con il Brent a 63 dollari e il Wti a 59 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: in luce Saipem

Sulla Borsa italiana in evidenza le azioni Saipem (+1,8%) dopo che gli analisti di Mediobanca hanno alzato il rating sul gruppo dei servizi petroliferi a outperform con prezzo obiettivo di 3 euro.

Svetta però Atlantia dopo i rumors su un’offerta da 10 miliardi per Aspi da parte della Acs di Florentino Perez.

Fra le altre raccomandazioni di Borsa, Jefferies ha rivisto il target price su Moncler (+1,7%) da 54,50 a 55 euro, confermando il giudizio hold.

Bofa ha avviato la copertura sulle azioni Avio (in gran spolvero a +16,7%) con raccomandazione buy e target di 26 euro.

Fra le banche, Mps -1,6% all’indomani delle motivazioni della sentenza con cui gli ex vertici di Mps Fabrizio Viola e Alessandro Profumo sono stati condannati a 6 anni di reclusione e a una maxi multa.

Leonardo, di cui Profumo è amministratore delegato, segna -1,1%; intanto la Lega è tornata a chiedere un ricambio ai vertici della società.

Le banche risentono in generale della prudenza della Bce Unicredit nel mirino di prese di beneficio (-3,3%) mentre Jp Morgan conferma il giudizio neutral con prezzo obiettivo di 10 euro, Banco Bpm -2,2%, Intesa Sanpaolo -1,6%, Bper -1,7%.

Utilities in ordine sparso con Enel che segna un rialzo di circa 1 punto percentuale.

unicredit ermotti 17-09-2021 — 10:25

Unicredit e Mps, si apre il capitolo esuberi

La banca milanese invoca le garanzie che furono accordate a Intesa Sanpaolo per le banche venete

continua la lettura