Mer 27 Ottobre 2021 — 17:44

Borsa Milano poco mossa. Bene Tim e Diasorin, giù Mps



Il focus resta sulla ripresa dalla crisi innescata dal coronavirus, tra vaccini ai blocchi di partenza e stimoli di governi e banche centrali. Sul fronte macro, l’Ifo tedesco di dicembre è uscito sopra attese

Borsa italiana oggi

La Borsa italiana termina oggi sotto la parità ma archivia la settimana con un bilancio positivo (+1,26%). Il focus resta sulla ripresa dalla crisi innescata dal coronavirus, tra vaccini ai blocchi di partenza e stimoli di governi e banche centrali. Sul fronte macro, l’Ifo tedesco di dicembre è uscito sopra attese. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura -0,16% a 21.976 punti, in linea con il resto d’Europa, mentre Wall Street procede a sua volta debole all’indomani di massimi storici.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 114 da 111 punti base della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano a 0,56%.

Sul forex, l’euro prende fiato a 1,2230 contro il dollaro; il petrolio guadagna terreno con il Brent a 52 dollari e il Wti a 49 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: in luce Telecom, prese di beneficio su Pirelli

Sulla Borsa di Milano oggi Enel poco mossa dopo che il cda ha dato via libera alla cessione di un minimo del 40% e fino all’intera quota del 50% in Open Fiber al fondo Macquarie. Il prezzo pattuito garantisce comunque una ricca plusvalenza per il colosso elettrico, seppure in gran parte scontata dal mercato. Fra i broker, Kepler Cheuvreux ha alzato il prezzo obiettivo da 8,20 a 8,50 euro confermando il giudizio hold.

Ne approfitta intanto Telecom (Tim) (+1,2%) poiché la mossa favorisce il progetto di rete unica con la stessa Open Fiber. Il titolo inoltre recupera dopo le recenti vendite.

La maglia rosa va però a Cnh Industrial +3,8%.

Nell’auto Fca +0,9% dopo l’annuncio che il ceo Mike Manley sarà il nuovo capo delle Americhe post fusione con Psa.

Brusche prese di beneficio invece sulle azioni Pirelli -6,2% dopo il recupero dei giorni scorsi.

Non si arresta il flusso di vendite su Fincantieri -1,2% sui rumors di un possibile aumento di capitale fino a 1,5 miliardi.

Fra le banche, focus su Mps -0,5% negativa ma comunque in forte recupero dai minimi di giornata, all’indomani del nuovo piano industriale al 2025.

Unicredit -0,8%, Intesa Sanpaolo -0,5% nel giorno di un cda straordinario sulla distribuzione dei dividendi.

I petroliferi vedono Eni a -1%, Saipem -0,6%, Tenaris -1,4%.

Nell’healthcare in luce Diasorin (+2,15%) all’indomani del verdetto del Consiglio di Stato che ha legittimato l’accordo con il Policlinico San Matteo di Pavia, al centro di una bufera giudiziaria nella prima ondata del Covid-19.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Bryan Garnier hanno tagliato il target price sulle azioni Campari (poco mossa) da 9,10 a 8,20 euro confermando il rating neutral.

mediobanca trimestrale 27-10-2021 — 02:22

Mediobanca: trimestrale batte attese, no comment di Nagel su battaglia Generali

Commissioni record. Anche l’outlook è positivo, confermata la politica dei dividendi

continua la lettura