Dom 17 Gennaio 2021 — 05:06

Borsa Milano chiude debole. Bene Tim, Stm e A2a, realizzi su banche



Piazza Affari oscilla consolida dopo il forte rally delle ultime settimane. Il sentiment dei mercati finanziari resta comunque positivo

borsa italiana oggi

La Borsa italiana termina debole una seduta priva della guida di Wall Street, chiusa oggi per la festività del Thanksgiving, consolidando dopo il forte rally delle ultime settimane. Il sentiment dei mercati finanziari resta comunque positivo in vista della distribuzione dei primi vaccini contro il coronavirus e sulle aspettative di un sostegno prolungato da parte delle banche centrali. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura -0,46% a 22.201 punti, in linea con il resto d’Europa e all’indomani di un seduta di consolidamento per i listini americani (con il solo Nasdaq sopra la parità).

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 119 da 118 punti base della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano a 0,60%.

Sul forex, l’euro consolida a 1,19 contro il dollaro; il petrolio cede circa 1 punto percentuale con il Brent a 47 dollari e il Wti a 45 dollari al barile.

Borsa Milano: oggi in luce A2a, Tim, Stm

Sulla Borsa di Milano, prosegue il recupero di Telecom (Tim) +3,9% grazie anche al via libera di Bruxelles all’operazione con il fondo KKr e Fastweb.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Liberum hanno alzato il target price su Stmicroelectronics (Stm) da 35 a 40 euro confermando il rating buy. Il titolo segna +1,75%.

Inoltre Kepler Cheuvreux ha migliorato il prezzo obiettivo su Snam (-1%) da 4,90 a 5,20 euro all’indomani del piano, confermando la raccomandazione buy.

Sempre fra le utilities, bene A2a (+4,2%) che si è aggiudicata l’assegnazione di due lotti del servizio di salvaguardia per gli anni 2021 e 2022, per un volume complessivo di circa 700 GWh/anno e corrispondente a un fatturato associato pari a circa 140 milioni su base annua.

Fra le banche, focus su Mps (-3,3%) nel giorno di un cda che dovrà affrontare il nodo di un aumento di capitale stimato fiano a 2-3 miliardi.

Creval come previsto ha iniziato a valutare l’opa lanciata da Crédit Agricole, definita “inattesa e non concordata”, avviando la ricerca di un advisor: il titolo continua a salire (+1,3%), in controtendenza, sopra il prezzo dell’offerta.

Fra le altre Bper -2,6%, Banco Bpm -1,6%, Unicredit -2,4%, Intesa Sanpaolo -0,6%.

I petroliferi oggi vedono le azioniEni a -1,3%, Saipem -2,1%, Tenaris -1,3%.

Borsa milano 15-01-2021 — 03:18

Borsa Milano in rosso con Prysmian e Saipem, settimana negativa

Scarso entusiasmo sui mercati internazionali per le misure di stimolo annunciate ieri sera dal presidente eletto Usa Biden. Piazza Affari manda in archivio una settimana di realizzi dopo il buon inizio d’anno

continua la lettura