Mar 02 Marzo 2021 — 20:49

Borsa Milano oggi negativa: bene Mediaset, giù Diasorin



Le prese di beneficio si spiegano fra l’altro con le continue incognite legate al coronavirus, ma anche con alcuni dati provenienti dalle trimestrali. La Fed intanto ha rassicurato nelle minute sul mantenimento delle sue misure straordinarie di politica monetaria, nonostante i timori del mercato per il recente rialzo dei rendimenti americani, mentre oggi le vendite fanno capolino anche sull’obbligazionario europeo

borsa milano oggi

La Borsa di Milano oggi termina negativa per la terza seduta di fila, proseguendo così la fase di consolidamento dopo il rally innescato dall’incarico di governo a Draghi, che intanto ieri ha incassato un’ampia fiducia al Senato e si presenta oggi alla Camera. Le prese di beneficio si spiegano fra l’altro con le continue incognite legate al coronavirus, ma anche con alcuni dati provenienti dalle trimestrali. La Fed intanto ha rassicurato nelle minute sul mantenimento delle sue misure straordinarie di politica monetaria, nonostante i timori del mercato per il recente rialzo dei rendimenti americani, mentre oggi le vendite fanno capolino anche sull’obbligazionario europeo. Sulla Borsa italiana il Ftse Mib segna in chiusura -1,11% a 22.921 punti, in linea con il resto d’Europa e l’andamento di Wall Street.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 99 da 95 punti base della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano a 0,64%.

Sul forex, l’euro tenta un recupero a quota 1,2070 contro il dollaro; il petrolio si conferma ben intonato con il Brent a 64 dollari e il Wti a 61 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: in rimonta Campari, giù Diasorin

Sulla Borsa di Milano giornata volatile per Campari prima in deciso calo e poi in recupero dopo utili e ricavi in flessione nel 2020, mentre l’outlook sul 2021 rimane incerto. Il cda ha proposto un dividendo di 0,055 euro per azione, in linea con l’anno precedente. Il titolo chiude a +0,12%.

Pesante Diasorin -2,5% che sconta anche il cambio di passo promesso dal governo Draghi sul fronte delle vaccinazioni per uscire più speditamente dall’emergenza Covid.

Maglia nera del listino principale è però Inwit -3,15%, con Leonardo a -2,7%.

Fra le società che diffonderanno i conti nelle prossime ore, occhi puntati su Eni -0,7% e Moncler -0,1%.

Fra le banche, Unicredit -1,9%, Intesa Sanpaolo -0,7%, Bper -1,7%, Banco Bpm -0,6% mentre l’istituto lavora a una riconciliazione con Cattolica (+0,3%) sulla bancassicurazione.

Le utilities chiudono contrastate con Enel in calo di oltre 1 punto percentuale, mentre A2a centra un rimbalzo (+1,2%) dopo la debolezza delle scorse sedute.

Mediaset +1,4% ha ottenuto i diritti per trasmettere la migliore partita di ogni turno di Champions League in chiaro fino al 2024; inoltre l’emittente offrirà ogni stagione anche la visione in diretta streaming pay di tutti gli incontri a esclusione di uno per turno.

Fra le raccomandazioni di Borsa, Berenberg ha promosso Stmicroelectronics (Stm) da sell a hold, rivedendo il target price da 10 a 39 euro. Il broker prevede che la carenza di semiconduttori per l’auto potrebbe durare fino al terzo o quarto trimestre del 2021. Il titolo cede terreno nel corso del pomeriggio sulla scia dei tecnologici Usa e termina a -1,3%.

Gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno alzato il prezzo obiettivo su Poste Italiane (-1,8%) all’indomani dei conti da 10 a 11 euro confermando il rating buy.

Andrea Orcel unicredit 02-03-2021 — 11:46

Unicredit accelera su lista del cda, tra conferme e new entry

Tutto pronto per il cda chiamato a varare i nomi in vista dell’assemblea del 15 aprile

continua la lettura