Mer 28 Settembre 2022 — 01:50

Borsa Milano oggi volatile, rimbalza Telecom



Mercati sempre nervosi e volatili in attesa dei verdetti della Fed

Borsa milano oggi

Borsa italiana oggi nuovamente volatile e nervosa, in vista del meeting della Fed che mercoledì prossimo dovrebbe annunciare un rialzo dei tassi di almeno 75 punti base. Assieme al verdetto arriveranno le stime economiche trimestrali aggiornate nonché le previsioni dei membri del Fomc sul futuro percorso dei tassi. Intanto sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +0,14% a 22.140 punti, recuperando dopo le vendite della prima parte della
seduta, in linea con il resto d’Europa, mentre Wall Street procede negativa.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 227 da 226 della seduta precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si attesta a 4,04%.

Sul forex, l’euro oscilla intorno alla parità contro il dollaro; il petrolio arretra con il Brent a 90 dollari al barile e il Wti a 84 dollari.

Borsa Milano oggi

Sulla Borsa italiana da registrare il rimbalzo di Telecom Italia (Tim), che in mattinata aggiorna i minimi storici dopo i recenti downgrade degli analisti, ma poi riparte (+2,6%) grazie a nuovi acquisti del ceo Pietro Labriola che ha rilevato 270 mila azioni a 1,897 euro per un investimento complessivo di 48.789 euro; il mercato apprezza il segnale di fiducia.

Ricoperture anche su Amplifon (+2,2%).

Bene Cnh (+2,9%) nel giorno in cui è stata avviata la prima tranche da 50 milioni di dollari nell’ambito del previsto programma di buyback da 300 milioni.

Lo stacco del dividendo non penalizza Stmicroelectronics (Stm), che guadagna oltre 1 punto percentuale; giù invece Eni (-1,9%) che peraltro ha smentito i rumors della stampa algerina, ripresi da Repubblica, su problemi di approvvigionamento del gas dall’Algeria, mentre le prese di beneficio prendono di mira anche gli altri petroliferi con Saipem fanalino di coda a -5,6%.

Fra le banche, Bper positiva (+0,5%) dopo lo stop del Tribunale di Genova al nuovo ricorso di Malacalza Investimenti, con Banco Bpm a -1%, Intesa Sanpaolo e Unicredit poco mosse, mentre Mps segna -6,5% in scia alla chiusura delle indagini nell’inchiesta Npl e in attesa dell’aumento di capitale.

tim cvc 27-09-2022 — 11:02

Tim, un ruolo per l’accoppiata Berlusconi Xavier Niel?

Spunta un’ipotesi che poggia sul nuovo sodalizio italo-francese e sulla netta vittoria del centrodestra alle elezioni. Mfe smentisce “raccordi con Iliad e Tim”

continua la lettura