Ven 23 Aprile 2021 — 07:00

Borsa Milano oggi debole, in controtendenza Pirelli



Piazza Affari consolida oggi nell’ultimo giorno di un mese di novembre scoppiettante, che ha visto l’indice principale recuperare circa il 23%

borsa milano

La Borsa italiana consolida oggi nell’ultimo giorno di un mese di novembre scoppiettante, che visto Piazza Affari recuperare circa il 23%. Il mercato resta focalizzato sulla pandemia del coronavirus e guarda con ottimismo agli esiti del vaccino anti-Covid e un sostegno prolungato all’economia da parte delle banche centrali. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura -1,30% a 22.060 punti, in linea con il resto d’Europa e l’andamento di Wall Street.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 119 da 118 punti base della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano a 0,62%.

Sul forex, l’euro consolida a 1,1950 contro il dollaro; il petrolio è debole in attesa delle decisioni dell’Opec con il Brent a 47 dollari e il Wti a 44 dollari al barile.

Borsa Milano: oggi in luce Pirelli e Diasorin, scivola Unicredit

Sulla Borsa di Milano, in evidenza le azioni Pirelli che beneficiano di ricoperture (+3,5%) grazie anche a unpgrade di Intesa Sanpaolo che alza il giudizio a buy e il prezzo obiettivo da 4,5 euro a 5,4 euro.

Prosegue il recupero di Diasorin (+2,2%), nelle scorse settimane penalizzata dai progressi del vaccino anti-Covid.

Ma il focus della Borsa è oggi sulle banche con Unicredit -5% penalizzata dalle voci su partenza del ceo Mustier e possibile matrimonio con Mps, che invece corre (+3%).

Fra le altre banche, Intesa Sanpaolo -1% mentre sarebbero in corso trattative per un riassetto della piattaforma sugli Npl, Bper segna -3%, Banco Bpm -0,3%.

Fra le raccomandazioni di Borsa, Morgan Stanley alza il target price su Generali (-1%) da 12,80 a 15 euro confermando il rating equal-weight.

Exane Bnp Paribas ha promosso Nexi (-0,6%) da neutral a outperform.

Nel risparmio gestito gli analisti di Goldman Sachs hanno confermato il giudizio buy sulle azioni Fineco (+0,15%), con target che passa da 14,10 a 14,20 euro; e su Banca Generali (-0,6%) con target alzato da 30 a 31 euro; confermato il neutral su Azimut (-0,8%), con prezzo obiettivo migliorato da 19,80 a 20,30; e su Banca Mediolanum (-2%) con target alzato da 7,50 a 7,70 euro.

I petroliferi vedono Eni a -3,25%, Saipem -1,5%, Tenaris -3,25%.

22-04-2021 — 10:06

Credit Suisse chiude trimestre in profondo rosso dopo caso Archegos

La perdita è meno forte delle attese, ma il regolatore apre un’indagine. Via a due bond convertibili. Il titolo perde terreno sulla Borsa di Zurigo

continua la lettura