Mar 07 Febbraio 2023 — 03:06

Borsa Milano oggi cauta, in rosso banche e Saipem



Mercato azionario cauto in attesa del simposio dei banchieri centrali di Jackson Hole, evento che arriva quest’anno in piena fiammata dell’inflazione

Borsa milano

Mercato azionario cauto in attesa del simposio dei banchieri centrali di Jackson Hole, evento che arriva quest’anno in piena fiammata dell’inflazione e con le banche centrali che hanno avviato una stretta a suon di rialzi dei tassi d’interesse. In programma domani il discorso del presidente della Fed, Jerome Powell, mentre il mercato non sa ancora se aspettarsi un altro rialzo del costo del denaro nell’ordine di 75 punti base al prossimo meeting di settembre, come già avvenuto nelle riunioni di giugno e luglio, o un aumento di “solo” mezzo punto percentuale. Intanto le minute della Bce hanno evidenziato che, dopo il rialzo di 50 punti base deciso a luglio, la stretta potrebbe continuare. Fra i dati, l’indice Ifo di agosto è uscito stamattina sopra attese, pur evidenziando una leggera frenata della fiducia tedesca; il Pil Usa del secondo trimestre è stato rivisto a -0,6% da -0,9% (il consensus era -0,8%). Sulla Borsa di Milano il Ftse Mib segna in chiusura +0,10% a 22.454 punti, con il resto d’Europa in ordine sparso, mentre Wall Street procede sopra la parità.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 223 da 230 punti base della seduta precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si attesta a 3,54%.

Sul forex, l’euro consolida a 0,9950 contro il dollaro; il petrolio è poco mosso con il Brent a 101 dollari al barile e il Wti a 94 dollari.

Borsa Milano oggi: giù banche, petroliferi contrastati

Sulla Borsa italiana il recente rafforzamento del petrolio premia Eni e Tenaris, in cima al Ftse Mib con guadagni intorno al 2%.

Giù invece Saipem, sempre volatile dopo il recente “bagno di sangue” dell’aumento di capitale, che crolla di oltre il 4%.

Fra i migliori di Piazza Affari oggi anche Exor con un +1,8%.

In rosso le banche con le big Unicredit e Intesa Sanpaolo in calo di oltre 1 punto percentuale, pesante Mps -2% scontando anche le incertezze sull’aumento di capitale; giù inoltre Banco Bpm -2,5%, Bper -1,5%, con Popolare Sondrio a -1,9%, Desio -1%, Credem -0,5%.

intesa sanpaolo raccomandazioni 06-02-2023 — 03:45

Intesa, raccomandazioni aggiornate dopo i conti 2022

Carrellata di nuovi giudizi e target price in scia a risultati e dividendo giudicati migliori delle attese

continua la lettura